Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Capodanno a Salerno: ecco le previsioni dell’Abbac

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

SALERNO. Sarà un successo il capodanno in arrivo per Salerno e per tutta la Regione Campania. Questi sono i risultati del sondaggio eseguito dall’Osservatorio turistico extralberghiero dell’Abbac, associazione dei bed & breakfast e affittacamere della Campania, “è difficile in queste ore trovare una camera libera per trascorrere il Capodanno a Napoli, Salerno e le due Costiere Amalfitana e Sorrentina, ma anche sulle isole si assottiglia la possibilità di trovare pernotti a prezzi modici”.

Agostino Ingenito, il presidente dell’Abbac, parla di “dati che ci entusiasmano e che danno conto dell’appeal sempre crescente della nostra Campania che è in grado di intercettare flussi di turismo individuale che sceglie la vacanza da sé, mediante la rete internet, preferendo puntare sull’eccezionale binomio cultura ed enogastronomia per trascorrere le feste natalizie”.

Trend positivi, secondo quanto racconta La Città, per l’area a nord e a sud di Salerno con un buon traino per i comuni della Costiera Amalfitana come Vietri sul Mare e Cetara.

Si arriva anche oltre i 150 euro in alcuni casi per trascorrere un pernotto ad Amalfi, mentre in Penisola Sorrentina è boom di prenotazioni nei b&b e affittacamere di Sorrento, Massa Lubrense, Sant’Agnello, Piano, Meta e Vico Equense: qui i prezzi oscillano dagli 80 ai 120 euro per una camera nel centro di Sorrento “e anche in Penisola piace sempre più la formula self cointained con la soluzione dell’appartamento condiviso”.

In Cilento “almeno per l’area costiera vi sono segnali incoraggianti per le strutture che possono garantire transfer da e per le Luci d’Artista. L’auspicio – conclude Ingenito – è che siano garantiti i servizi da parte delle istituzioni come per la sicurezza e il trasporto.

Ecco perché appare ormai indispensabile lavorare a un piano turistico pluriennale, considerato che la Campania non vive più di periodi episodici di successo ricettivo ma è ormai una meta costante anche in periodi di destagionalizzazione”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar