Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Napoli. De Iesu, i giovani scimmiottano gomorra e sono fuori controllo

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

Napoli. Una visita a sorpresa ieri pomeriggio per il giovane accoltellato in via Foria a Napoli.

Si è trattato del questore Antonio De Iesu che con il capo dei Falchi, Antonio Serpico ha voluto salutare il 17enne ferito.

De Iesu ha approfittato per dire la sua  anche sulla recente “stesa” a San Giovanni a Teduccio il 31 dicembre, quando un ragazzino di dodici anni è rimasto ferito da un proiettile esploso durante una stesa: «La criminalità organizzata in questa storia non c’entra niente. Lo sanno molto bene, i camorristi veri, che le “stese” poi significano grande attenzione delle forze dell’ordine e della stampa e riflettori puntati per giorni su un intero quartiere: l’esperienza mi insegna che non è quello che vogliono».

Ha attaccato poi cosi Gomorra: «Si tratta di azioni che vanno oltre ogni logica criminale, spari in aria per fare cosa? Ancora una volta è opera di ragazzini che giocano a scimmiottare Gomorra. Si mettono insieme, diventano un branco e seminano il terrore. Presi singolarmente non valgono niente. I muschilli, ve li ricordate? Stesso modello di micro criminalità a distanza di molti anni. Il dramma vero è che sono troppi e fuori controllo».

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar