Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

In trasferta a Potenza per derubare un’anziana, arrestati padre e figlia di Eboli

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

I Carabinieri della Compagnia di Potenza, guidati dal Capitano Gennaro Cascone, continuano a contrastare i reati predatori nella provincia. Stamattina, nel corso di servizi di controllo del territorio volti ad arginare il fastidioso fenomeno dei furti.

I militari della Stazione di Baragiano hanno arrestato in flagranza di furto aggravato in concorsoil 53enne P. S. e la 31enne P.A.M., padre e figlia residenti ad Eboli.

Durante la fiera mensile di Baragiano Scalo, una 71enne pensionata, mentre faceva spese, dopo aver notato una presenza che la seguiva, si è accorta che qualcuno le aveva sottratto il portafogli dalla borsa.

La tempestiva chiamata ai carabinieri e le immediate ricerche, hanno consentito di identificare e bloccare i due nei pressi della stazione ferroviaria in compagnia di una donna, la 52enne A.A., moglie dell’uomo e madre della ragazza.

Ulteriori accertamenti hanno permesso di appurare che i tre erano giunti a bordo di un’auto, dove sono stati trovati una borsa e tre portafogli vuoti. La giovane, invece, sottoposta a perquisizione, è stata trovata in possesso di 100 euro e due tessere Bancoposta.

L’azione delittuosa era stata ideata dal padre che, avendo individuato la vittima, l’ha indicata alla figlia per l’esecuzione materiale del borseggio, ma loro malgrado non hanno messo in conto di poter essere poi riconosciuti dalla pensionata.

Quindi le operazione dei militari si sono concluse con l’arresto del padre e della figlia. La denuncia della madre per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, in quanto sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Eboli.

Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati condotti ai domiciliari, in attesa del giudizio per direttissima previsto per lunedì 19 febbraio.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar