Ascea, 48enne scomparso ritorna a casa: “io, sequestrato da 3 persone”

Condividi sui social!

ASCEA. Scomparso per 4 giorni torna a casa tra il sollievo di familiari ed amici. Ma non è ancora finita la vicenda che ha visto Giuseppe Mautone, imprenditore 48enne di Ascea, svanire per 96 ore. L’uomo, tornato a casa, ha immediatamente detto ai suoi cari che non si era semplicemente perso: era stato, infatti, sequestrato da un gruppo di tre persone.

I soggetti, secondo quanto ha raccontato Mautone agli inquirenti, avevano tutti un forte accento napoletano. Al momento del suoi ritorno Mautone era completamente nudo salvo un paio di mutande e sul corpo presentava diverse ferite lacero contuse, oltre che un ematoma al viso.

Sul misterioso rapimento ora lavora la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania. Aperto un fascicolo, adesso i carabinieri della compagnia di Vallo, coordinati dal Capitano Mennato Malgieri, indagano sul caso. A quanto pare il sequestro è legato al lavoro del 48enne.

«Stiamo lavorando per ricostruire che cosa è successo la versione dell’uomo va chiarita. Ci sono diversi dettagli che vanno verificati» ha detto il Procuratore Ricci.

«È stato un incubo – ha detto Mautone – sono stato legato e picchiato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *