Battipaglia: occupazione abusiva, l’amministrazione incontra i commercianti

Condividi sui social!

BATTIPAGLIA. Crescente è il fenomeno dell’occupazione abusiva di suolo pubblico realizzata a fini di commercio che compromettono la sicurezza, la vivibilità e il decoro dell’ambiente urbano. Il contrasto attuato con i controlli della Polizia Municipale permette solitamente solo un parziale ritorno economico dal pagamento delle sanzioni, senza tuttavia fermare il fenomeno dell’abusivismo.

Per la tutela del patrimonio si impone oggi un cambio di strategia e con questa finalità si inizierà ad applicare il disposto di cui all’articolo 3, comma 16, della legge 94/2009 che sostanzialmente prevede, nei casi di indebita occupazione di suolo pubblico o oltre quanto autorizzato, l’ordinanza di immediato ripristino dello stato dei luoghi a spese degli occupanti e, se si tratta di occupazione a fine di commercio, la chiusura dell’esercizio fino al pieno adempimento dell’ordine e comunque per un periodo non inferiore a cinque giorni.

Il rispetto delle regole è e deve essere alla base dell’azione amministrativa e questa procedura serve anche per contrastare le morosità nei pagamenti Tosap/Cosap, prevedendo nel regolamento comunale, il mancato pagamento del suolo pubblico tra le cause di revoca dell’autorizzazione e tra i motivi di diniego al rilascio di nuove autorizzazioni; con questo accorgimento regolamentare si generano le condizioni per applicare la procedura di chiusura attività anche a quei soggetti che di fatto occupano senza pagare il suolo pubblico.

È nell’ottica del rispetto delle regole e della partecipazione condivisa che questa amministrazione intende aprire un confronto e un tavolo con i commercianti proprio per prevenire un fenomeno di tale genere.

Insieme alla sindaca Cecilia Francese, il vicesindaco Ugo Tozzi e al Comandante della Polizia Locale Gerardo Iuliano, si terrà un incontro aperto a tutti i commercianti il giorno 17 maggio alle ore 16 presso la Sala Giunta di Palazzo di Città .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *