Giffoni Valle Piana: Maltrattava gli alunni. Un anno di sospensione per un’insegnante

Condividi sui social!

Comunicato Stampa


PROCURA DELLA REPUBBLICA
PRESSO IL TRIBUNALE Dl SALERNO

COMUNICATO STAMPA
ORDINANZA Dl SOSPENSIONE DALL’ESERCIZIO DELL’UFFICIO, PER LA DURATA DI UN ANNO, PER UN’INSEGNANTE Dl GIFFONI VALLE PIANA.

Nella mattinata del 9 maggio 2018, a Giffoni Valle Piana, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno notificato ad un’insegnante 54enne, originaria del posto, una ordinanza applicativa della misura cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio dell’ufficio di insegnante per la durata di anni uno emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Salerno, su richiesta di questa Procura della Repubblica, in quanto gravemente indiziata del delitto di maltrattamenti in danno di fanciulli.

Il procedimento ha avuto origine dalle denunce sporte da alcuni genitori di bambini di Giffoni Valle Piana che avevano rappresentato agli inquirenti segnali di malesseri manifestati dai loro figli, tutti alunni presso la scuola dell’infanzia situata in località Santa Caterina del predetto comune.

Le suddette dichiarazioni sono state riscontrate inequivocabilmente dalle attività di intercettazioni audio e video che hanno documentato i comportamenti scorretti tenuti ed i maltrattamenti in danno degli alunni posti in essere dall’insegnante sospesa all’interno dell’aula scolastica.

La donna, come risulta dalle fonti di prova acquisite si rivolgeva abitualmente ai giovani alunni a lei affidati per ragioni di istruzione ed educazione, di età compresa fra i 4 ed i 5 anni, apostrofandoli con vari epiteti fra cui “zozzosi, asini, scemi, cretini, cafoni ” schiaffeggiandoli, tirando i capelli ed orecchie, strattonandoli e trascinandoli con forza.

Il comportamento aggressivo dell’insegnante aveva ingenerato un perdurante stato d’ansia e paura nei bambini, sia in quelli che subivano direttamente i maltrattamenti, che negli altri che assistevano a tali condotte.

La misura interdittiva è stata disposta per impedire la reiterazione del reato di maltrattamenti a tutela dei fanciulli allievi dell ‘insegnante.


 

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: