M5S, Muscarà: “Poche ambulanze e in pessimo stato, ma De Luca non sa nulla”

Condividi sui social!

Comunicato Stampa


M5S, Muscarà: “Poche ambulanze e in pessimo stato, ma De Luca non sa nulla”

La consigliera regionale: “Il commissario snobba il question time sostenendo di non essere informato”

“Sedici ambulanze disponibili durante il giorno, quattro delle quali senza alcun medico a bordo, quattordici operative nel corso della notte, tre delle quali non medicalizzate. Ecco quanti sono i mezzi a disposizione della Asl Napoli 1 Centro per fronteggiare la richiesta assistenziale in una delle zone nevralgiche della città e con un numero impressionante di richieste.

Come non bastasse, si tratta di mezzi obsoleti e, in alcuni casi, strutturalmente danneggiati. In una tale situazione di precarietà si aggiunge poi il danno alla beffa. A causa di un numero insufficiente di barelle nei pronto soccorso di molti nosocomi, gli operatori sono costretti a tamponare le emergenze requisendo letteralmente le barelle del 118, costringendo le ambulanze a restare parcheggiate anche per giorni interi.

A farne le spese, la tempestività e l’efficacia del servizio, con disagi da parte dell’utenza che spesso sfociano in episodi di violenza. Criticità gravissime di cui avremmo voluto chiederne conto a De Luca questa mattina in aula, ma il governatore della Campania ha ben pensato di snobbare la nostra interrogazione, sostenendo di aver bisogno di tempo per aggiornarsi sulla questione”. E’ quanto denunciato dalla consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà.

“E’ dal 3 marzo scorso – ricorda Muscarà – che abbiamo presentato un’interrogazione sul caso 118. La risposta non ci è mai pervenuta, confermandoci quanta indifferenza ci sia da parte di De Luca rispetto ad una vicenda così grave per le sorti e la salute dei cittadini napoletani. La stessa indifferenza che il governatore ha manifestato questa mattina, snobbando la nostra richiesta. E’ ancora più grave la giustificazione che accampa se fosse vero che, a due mesi dalla nostra prima interrogazione, i suoi uffici non hanno alcuna contezza di quanto disastrata e precaria sia la situazione del 118 in città”.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *