Pontecagnano, 14enne violentata: il racconto della giovane vittima

Condividi sui social!

PONTECAGNANO FAIANO. Voleva allontanarla dalla famiglia per poi poterne abusare liberamente. Era questo il piano dell’orco 41enne di Pontecagnano, la guardia giurata A.G., finito ai domiciliari dopo l’attività investigativa condotta dalle forze dell’ordine.

La denuncia che ha dato il via alle indagini è arrivata dopo che la madre della 14enne vittima di violenza ha rinvenuto sul cellulare della figlia dei messaggi scambiati con una certa “Chiara”. Un nome fasullo che nascondeva la vera identità del contatto, che in seguito alla natura dei messaggi si è rivelato essere invece un orco.

Secondo quanto ricostruito il 41enne avrebbe costretto la ragazzina ad accusare la madre di maltrattamenti, esortandola anche a ferirsi per rendere la bugia più credibile. «Mi scriveva dei bigliettini con le frasi che dovevo dire» ha spiegato la 14enne ai carabinieri della stazione di Mercatello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *