Riduzione dello stomaco si trasforma in tragedia: muore 22enne di Sala Consilina

Condividi sui social!

SALA CONSILINA. Doveva essere una semplice operazione di riduzione dello stomaco ma si è trasformata in tragedia. Il desiderio di Rosaria Lobascio, 22enne di Sala Consilina, studentessa, era quello di stare bene con se stessa. L’intervento, eseguito al “Fucito” di Mercato San Severino, si è però dimostrato fatale per la giovane, morta in seguito alle complicazioni emerse dopo alcuni giorni.

Prima di andare sotto quei ferri, Rosaria aveva spiegato agli amici su Facebook la motivazione dietro la sua scelta: “Fare la sleeve e decidere di farla non è una semplice passeggiata. È una scelta che come tale comporta benefici fisici e morali, ma comporta anche dei rischi, che tu, come paziente e persona cosciente devi assumerti. Non venitemi a dire che una persona decide di operarsi di chirurgia bariatrica perché non sa fare la dieta. Io ho 22 anni, quasi 23, e sono consapevole della mia scelta”.

 

(fonte e foto La Città)

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: