M5S: “De Luca sempre più debole, impone la fiducia per spegnere il dibattito sulle sue scelte impopolari”

Condividi sui social!

Comunicato stampa


M5S: “De Luca sempre più debole, impone la fiducia per spegnere il dibattito sulle sue scelte impopolari”

Ciarambino e Saiello: “Costretti a far chiudere la seduta per evitare il voto sulla scellerata legge sui rifiuti”

“Ancora una volta questa giunta manifesta tutta la sua debolezza e le spaccature interne alla maggioranza imponendo la fiducia al testo sul collegato alla Legge Finanziaria. Ancora una volta De Luca smentisce se stesso, rispetto agli annunci in pompa magna pronunciati a inizio consiliatura, quando giurò che mai si sarebbe servito dello strumento della fiducia. Ma è oramai norma consuetudinaria di questo governatore ricorrere a ogni mezzo a sua disposizione per spegnere il dibattito democratico e bypassare la volontà dei campani.

Una scelta autarchica che domani, in occasione del voto, non potrà non incontrare il favore di una maggioranza sempre più debole e dalla doppia faccia. Prona alle scelte del governatore al solo scopo di difendere le proprie poltrone, critica nei confronti del De Luca pensiero quando parla al suo sempre più striminzito elettorato.

Una seduta che aveva raggiunto picchi vergognosi quando ha preso parola lo stesso De Luca, ergendosi a difesa della sua legge sui rifiuti, fortemente critica.

Di fronte alle nostre obiezioni sulla misura attraverso la quale si vogliono introdurre nuovi siti di stoccaggio in tutta la Campania, il presidente della giunta ha risposto rilanciando e dando conferma ai nostri timori. Non essendo stato in grado in 3 anni di governo di abbattere la quota rifiuti e non avendo mai operato su serie politiche di programmazione di un ciclo virtuoso dei rifiuti, sostiene di non trovare altra soluzione possibile che disseminare la Campania di siti nei quali sversare tutta la spazzatura eccedente”.

Così il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello e la consigliera regionale Valeria Ciarambino.

“Una storia che si ripete a distanza di quasi un ventennio, quando siti provvisori di stoccaggio sono diventati depositi per le ecoballe che ancora oggi giacciono su tutto il territorio regionale. Di fronte al tentativo di far approvare questa follia, come Movimento 5 Stelle siamo stati costretti a richiamare il regolamento e chiedere la chiusura della seduta in quanto il tempo previsto per i lavori era abbondantemente scaduto.

Contro questo progetto scellerato continueremo a batterci dentro e fuori il palazzo del Consiglio, per spiegare ai campani a quali rischi andremo incontro se il governatore della loro regione continuerà a portare avanti idee che non hanno nulla a che fare con la tutela dell’ambiente e la salvaguardia della salute di tutti”.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *