Eboli, Casa del Pellegrino: spunta la possibilità Piano di Zona

Condividi sui social!

EBOLI. La piena disponibilità del centro Polifunzionale Santi Cosa e Damiano, ormai prossima, apre la possibilità per la città di allocare in quella struttura le eccellenze organiche che il settore delle politiche sociali vanta sul nostro territorio cittadino.

L’attenzione che il gruppo consiliare Azione Solidale mantiene sulle diverse forme di fragilità e sul necessario supporto che l’azione di governo deve garantire a singoli e famiglie, anche in questa occasione ha fatto maturare riflessioni e generato indicazioni.

La spinta propulsiva del consigliere Giancarlo Presutto e del consigliere Vincenzo Marchesano, quest’ultimo presidente della commissione consiliare per le Politiche Sociali, vuole rappresentare un contributo alla città ed all’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Massimo Cariello, a cui il nostro gruppo assicura sostegno e condivisione in maniera convinta.

Pensiamo che guardare al centro polifunzionale come Casa delle Politiche Sociali, ospitando il simbolo stesso dell’azione in favore di chi ha più bisogno, cioè il Piano di Zona, sia una scelta quasi obbligata e pensiamo anche condivisa da tutti. La nostra idea è che il Piano di Zona possa e debba essere il riferimento sul territorio delle politiche sociali, avendo oggi finalmente capacità di programmazione, con interventi chiari ed azioni determinate, in favore di tutti coloro che ne hanno diritto, nessuno escluso.

Insieme con l’Ufficio di Piano, la struttura sarebbe capace di ospitare gli altri organismi collegati con il Piano di Zona e le azioni sociali, a cominciare dal Centro Anti Violenza, altro fiore all’occhiello delle nostre politiche in favore delle fragilità. Il consigliere Presutto ed il presidente Marchesano saranno in prima fila nel sostenere questa opzione, che qualifica le politiche sociali della nostra città, garantendo al Piano di Zona, dove il sindaco Massimo Cariello è autorevole presidente del coordinamento istituzionale dei sindaci, la gestione della nuova casa delle politiche sociali.

 

(comunicato stampa)

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: