Eboli, servizio civile: in arrivo tre nuovi progetti approvati e finanziati

Condividi sui social!

EBOLI. Tre nuovi progetti di Servizio Civile approvati e finanziati al Comune di Eboli. Nel 2019, per un anno, ancora 36 giovani ebolitani saranno inseriti nelle attività comunali, seguendo un importante percorso di formazione professionale e crescita individuale, oltre a garantire ai ragazzi un sostegno economico mensile. Intanto, negli uffici comunali stanno completando un importante momento formativo altri 22 giovani, inseriti in due progetti, sempre di Servizio Civile, il cui programma terminerà il prossimo gennaio 2019.

«Manteniamo massima attenzione sui nostri giovani e sulle possibilità che abbiano percorsi formativi reali – spiega il sindaco, Massimo Cariello -. Un impegno che ci sta consentendo di ottenere l’approvazione di una serie di progetti dedicati alla formazione e che garantiscono anche un supporto economico mensile per i ragazzi. Abbiamo già decine di ragazzi che lavorano e si formano con noi, il prossimo anno i progetti riguarderanno ben 36 giovani, questo testimonia quale importanza l’Amministrazione comunale riservi alle giovani generazioni ed alle loro famiglie».

Fino a gennaio prossimo, 22 giovani saranno impegnati i due distinti progetti, poi ne arriveranno altri 32 per i nuovi progetti approvati al Comune di Eboli.

«A gennaio 2019 chiuderemo i progetti “Dipendi da te” e “In…forma”, dedicati al contrasto alle dipendenze ed all’educazione alimentare equilibrata – ricorda l’assessore con delega alle politiche giovanili, Carmine Busillo -. Poi daremo il via ai nuovi tre programmi, tutti di grande impatto e capaci di garantire importanti elementi formativi per i ragazzi. Sommando l’anno in corso ed il 2019, coinvolgiamo 54 giovani attraverso cinque progetti: è la testimonianza di una programmazione attenta ai giovani ed alla loro crescita».

I programmi del Servizio Civile che si svilupperanno nel 2019 spaziano dalla tutela del territorio alla cultura e fino ai rapporti istituzionali. Il progetto “Fuori pericolo” solleciterà la conoscenza del territorio e delle pratiche di protezione civile; “Libertà e partecipazione” riguarderà il rapporto tra i cittadini con le istituzioni ed il territorio, attraverso nuove forme di informazione; “Cultural Expo”, infine è il programma che punta a favorire l’incremento delle attività di animazione culturale, con particolare riferimento a giovani e minorenni. Nei tre programmi del Servizio Civile saranno inseriti 12 ragazzi a programma, per un totale di 36 giovani impegnati nelle attività comunali.

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: