Eboli, Uil Fpl: “Grave e persistente carenza di personale al Presidio Ospedaliero di Eboli”

Condividi sui social!

Comunicato stampa


Grave e persistente carenza di personale – Presidio Ospedaliero di Eboli.

Nel corso degli ultimi mesi, questa Organizzazione Sindacale ha rappresentato, come sempre, il disagio correlato alla persistente carenza di personale, sia medico che di comparto, le cui conseguenze sono ben note a tutti, si spera anche ai vertici a cui la presente è indirizzata.

Dal rappresentare, è giunto però il momento di denunciare con fermezza il conseguente ed attuale riverbero: la preoccupante compromissione dell’assistenza ai malati.

Le SS.LL. avranno sicuramente appreso dalla stampa (Il Mattino – 4/8/2018) la drammatica situazione in cui versa anche l’U.O. di CHIRURGIA, con riguardo particolare al personale medico, il cui Dirigente Responsabile, si apprende, avrebbe addirittura rinunciato alle ferie pur di assicurare la continuità delle attività.

Ma alla Chirurgia bisogna aggiungere, come più volte segnalato dalla scrivente O.S.: ORTOPEDIA, UROLOGIA, ENDOCRINOLOGIA, CENTRO TRASFUSIONALE, LABORATORIO ANALISI, MALATTIE INFETTIVE e MEDICINA, laddove la carenza di personale è altrettanto drammatica.

Pertanto, si chiede alle SS.LL. la immediata assegnazione di personale, medico e di comparto, anche in considerazione delle procedure di reclutamento avviate ormai da molti mesi e non ancora concluse.

In caso contrario, le SS.LL. si assumano la responsabilità di soluzioni alternative, nella piena consapevolezza delle loro eventuali conseguenze.

Si badi, però, a non ripetere la solita cantilena dell’emergenza estiva, rispetto alla quale vi è, forse, la verosimile mancanza di capacità organizzativa in capo ai vertici aziendali a tutti i livelli, centrale e periferico.

Alle Direzioni Sanitaria ed Amministrativa di questo Presidio Ospedaliero, in indirizzo per opportuna conoscenza, si chiede di far tenere, con urgenza, il numero esatto delle unità di personale, suddivise per profili professionali, necessarie a colmare la carenza in argomento.

In difetto di tutto quanto richiesto, saranno attivate tutte le azioni a tutela e garanzia dei malati e degli operatori.

Infine, agli altri destinatari, cui la presente è inviata sempre per opportuna conoscenza, si chiede un intervento urgente e risolutore, al fine di scongiurare quanto all’inizio evidenziato.

Si resta in attesa e si inviano distinti saluti.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *