Eboli, spaccio di droga sulla litoranea: arrestati due extracomunitari

Condividi sui social!

EBOLI. Continuano a produrre positivi risultati i servizi di controllo del territorio disposti dal Questore della Provincia di Salerno, intensificati nel periodo estivo in concomitanza con l’aumentato afflusso di turisti in particolare nella zona litoranea, mirati in particolare a prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio e lo spaccio di droga.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia ha tratto in arresto i cittadini marocchini J. R. 29enne e C. H. 28enne, entrambi in Italia senza fissa dimora, sprovvisti di documenti di riconoscimento e irregolari sul territorio nazionale.

Durante il servizio di vigilanza, in località litoranea del Comune di Eboli, nei pressi di uno stabilimento balneare, i poliziotti hanno notato in lontananza la presenza di due individui di colore, appoggiati alla staccionata, che venivano avvicinati da un’autovettura.

Uno dei due extracomunitari si è avvicinato alla portiera anteriore, lato conducente, e dopo aver conversato con il passeggero, si è rivolto all’amico che ha estratto dal suo portafogli un oggetto scuro di piccole dimensioni consegnandolo all’automobilista, il quale gli ha dato in cambio una banconota.

L’autovettura, in tutta fretta, si è allontanata dal posto, ma i poliziotti l’hanno seguita fermandola dopo qualche chilometro, identificando i due uomini nell’abitacolo ed accertando che gli stessi ave vano comperato hashish dai due marocchini, pagando euro 10,00.

Nella circostanza gli agenti hanno recuperato e sequestrato l’involucro contenete la sostanza stupefacente del peso di 0,80 grammi. I poliziotti, quindi, s i sono recati tempestivamente nel luogo ove i magrebini sostavano, bloccandoli e identificandoli. Entrambi sono stati perquisiti e trovati in possesso di numerosi pezzi di hashish, per il peso complessivo di grammi 8,6, oltre alla somma di denaro pari ad euro 780,00, sicuro provento dell’attività di spaccio.

I due marocchini, pertanto, sono stati dichiarati in arresto perché ritenuti responsabili del reato di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente, in concorso tra loro. Ai due giovani che avevano acquistato la dose di droga è stata contestata la violazione amministrativa ex art. 75 del DPR 309/90, con conseguente segnalazione all’Autorità Prefettizia.

I due arrestati sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo che si terrà dinanzi al Tribunale di Salerno e nei loro confronti è in corso da l’iter burocratico per la successiva espulsione dall’Italia, irregolari sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *