Auto in fiamme, rimane ustionato: salernitano 47enne muore dopo due giorni d’agonia

Condividi sui social!

SALERNO. Era rimasto coinvolto nell’incendio della sua vettura nella giornata di mercoledì il 47enne salernitano deceduto al “Cardarelli” di Napoli questa mattina, dopo due giorni di agonia.

Si trovava sulla Statale 88 dei Due Principali, nei pressi di Forino (Av), quando la sua auto è stata avvolta dalle lingue di fuoco. Il malcapitato rimase intrappolato all’interno, e solo l’aiuto di alcuni automobilisti di passaggio consentì al 47enne di liberarsi.

I soccorsi, giunti sul posto, hanno però subito capito che la situazione era a limite. L’uomo aveva riportato ustioni gravissime sul 90% del corpo.

Trasportato prima preso l’ospedale di Avellino, è stato poi trasferito al nosocomio partenopeo specializzato proprio in gravi casi d’ustione. Ai medici l’uomo confessò di aver innescato lui stesso l’incendio, per poi essersene subito pentito.

Le sue condizioni di salute in nottata sono però precipitate, e questa mattina è giunta la notizia del suo decesso, dovuto a gravi patologie antecedenti al fatto ed alle ustioni gravissime.

 

(fonte La Città)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *