Capaccio, pesticidi e diserbanti: 3 in ospedale, risponde il sindaco

Condividi sui social!

CAPACCIO PAESTUM. Nube tossica a Capaccio Paestum, pesticidi e diserbanti spinti dal vento hanno portato ben tre persone all’ospedale tra cui anche una bambina.

L’episodio in località Gueglia. Diverse le chiamate al 118 da parte di persone che dichiaravano di accusare un forte bruciore ad occhi e gola.

Sul posto sono intervenuti i sanitari della Croce Rossa e dell’Asi di piazza Santini, che hanno portato i pazienti in ospedale. Sul posto anche gli agenti della Polizia Municipale.

Il sindaco Francesco Palumbo è intervenuto sulla vicenda: «Siamo intervenuti prontamente sul luogo dell’accaduto, con gli agenti della polizia locale, che hanno eseguito un sopralluogo insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri forestali delle Stazioni di Foce Sele ed Agropoli. Ovviamente, sono giunti immediatamente sul posto anche i funzionari dell’Arpac, che hanno effettuato i prelievi sul terreno incriminato per verificare la tipologia di prodotto utilizzato e il relativo grado di tossicità.

Le prime attività investigative hanno consentito di individuare il responsabile di tale azione, che è stato deferito all’autorità giudiziaria. Dal nostro canto, attendiamo i risultati dell’Arpac per prendere i dovuti provvedimenti, al fine di evitare che queste scellerate azioni vengano ripetute anche in futuro».

 

(fonte e foto La Città)

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: