Furto di identità on line al noto sindacalista della CGIL Anselmo Botte

Condividi sui social!

Degli haker hanno rubato l’indirizzo mail del noto sindacalista ed hanno inviato centinaia di mail con una riochiesta di aiuto e di denaro: Da vicenza a Salerno centinaia di persone hanno ricevuto una mail che dice: Grazie di aver risposto, ti scrivo in tutta discrezione perché quello che ho da spiegarti mi disturba molto.sto in viaggio d’affare molto importante ma le cose qui non sono andate in buon fine.

In questo momento ho un delle difficoltà a gestire la situazione del mio soggiorno e il mio ritorno e ho bisogno di un prestito di 800 euro.Te li do dopo tre giorni al mio ritorno. Ti prego con discrezione per non far preoccupare nessuno.

Posso contare su di te?”. Immediatamente contattato dagli amici, Anselmo Botte si trova già dai carabinieri per sporgere denuncia: “avvisate quante più persone possibili di non aprire la posta elettronica inviate dal mio indirizzo mail e di cestinarle immediatamente” Sulla vicenda indagherà ora la Polizia Postale

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: