Pontecagnano, discussione degenera e spunta pistola: zio gambizza nipote

Condividi sui social!

PONTECAGNANO. Una discussione degenerata in violenza. Questo a quanto pare il motivo dietro agli spari di ieri sera a Pontecagnano Faiano, dove un zio ha gambizzato il nipote con un colpo di pistola. I proiettili esplosi da 70enne verso il familiare 39enne sono stati due, ma solo uno ha raggiunto la gamba del commerciante. Per la vittima 20 giorni di prognosi ma, fortunatamente, nulla di grave.

Il ferito si è presentato da solo all’ospedale “Ruggi” di Salerno mentre lo zio si è diretto dai carabinieri della locale stazione, ai quali ha consegnato l’arma è raccontato tutto. Per lui è scattata la denuncia a piede libero per lesioni volontarie e per porto abusivo dell’arma in luogo pubblico, pur se regolarmente detenuta.

Esplosi i colpi, il 70enne “pistolero”, probabilmente resosi conto di quanto fatto, si è dato alla fuga per poi dirigersi alla caserma dell’Arma. Il fatto si è verificato il via Scavate Case Rosse, ed i residenti della zona sentendo gli spari si sono immediatamente affacciati per capire cosa stesse accadendo, solo per vedere diversi militari in zona.

Dalle prime indagini è emersa l’intenzione dell’anziano certamente di non uccidere il nipote. Le indagini stabiliranno se il settantenne abbia voluto esplodere i due colpi solo per intimidire il parente ed uno di questi involontariamente ha colpito la vittima anche se in modo non grave, oppure abbia volutamente sparato alla gamba per punirlo.

 

(fonte La Città)

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: