Eboli, carenza di pediatri al “Maria Santissima Addolorata”: interviene l’Asl

Condividi sui social!

EBOLI. Carenza di pediatri al “Maria Santissima Addolorata” di Eboli, sulla problematica avanzata dal Comitato per la Salute Pubblica della Valle del Sele e del Calore interviene l’Asl di Salerno, che ha precisato di aver già iniziato l’iter necessario alla risoluzione della situazione.

“Ai fini della corretta informazione dovuta ai cittadini/utenti, va ribadito quindi che il trasferimento è stato richiesto dalla pediatra, che si è avvalsa della possibilità in tal senso contemplata dell’Accordo Collettivo Nazionale della pediatria di libera scelta, la riduzione da 8 a 7 pediatri presenti nell’Ambito in argomento non determina la carenza sulla base dei criteri ordinari fissati dall’Accordo Collettivo Nazionale” spiegano dall’Asl.

“In ogni caso l’ASL Salerno ha ritenuto di provvedere alla sostituzione in ragione delle peculiarità del territorio interessato – continua la nota – non si può pertanto parlare di abbassamento del livello e della qualità dell’assistenza pediatrica, anche alla luce della presenza dell’ACAP, l’Ambulatorio di Continuità Assistenziale Pediatrica, ubicato presso il presidio ospedaliero “Maria SS Addolorata” di Eboli. La predetta struttura, aperta ad aprile dello scorso anno, ha permesso in questi mesi a tantissimi genitori di poter contare su un’assistenza appropriata ed efficace, evitando il ricorso improprio al pronto soccorso, con i connessi rischi di infezione e le lunghe attese. Una soluzione innovativa, che ha realizzato un concreto modello di integrazione ospedale-territorio, consentendo la fruizione dei servizi diagnostici presenti all’interno dell’ospedale e di consulenze specialistiche senza per questo ricorrere al ricovero, ed assicurando, nel contempo, un rapido inquadramento diagnostico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *