San Marzano: Il comune nel mirino di “Insieme per Costruire”. Si discute la gestione dei rifiuti

Condividi sui social!

Comunicato stampa


Pagamento anticipato per il servizio di raccolta dei rifiuti e spazzamento sul territorio comunale, le giunte comunali di San Marzano sul Sarno e Angri nel mirino del gruppo “Insieme per costruire”.

“Abuso d’ufficio perpetrato da politici e funzionari di entrambi gli Enti. Conflitto d’interessi per la segretaria comunale che lavora sia ad Angri che a San Marzano sul Sarno. C’è materiale di studio per l’Anac”.

 

Pagamento anticipato per il servizio di raccolta dei rifiuti e spazzamento sul territorio comunale, il gruppo di opposizione “Insieme per Costruire” di San Marzano sul Sarno incalza la maggioranza del sindaco Cosimo Annunziata e la Giunta dell’Amministrazione di Angri in qualità di proprietario dell’azienda Angri Eco Servizi che si occupa della sanificazione del territorio marzanese.

“La legge non ammette ignoranza, ma purtroppo dobbiamo ricrederci nel caso specifico. Le Amministrazioni di San Marzano sul Sarno e Angri forse non sanno che stanno perpetrando un abuso d’ufficio in virtù della violazione del regolamento sui pagamenti degli appalti della Pubblica amministrazione. Il testo, infatti, spiega “le amministrazioni pubbliche non possono concordare in sede di stipulazione del contratto, accordi derogatori dei termini di pagamento e devono rispettare il quadro normativo di riferimento”. Pare tutto logico, ma non lo è ad Angri e San Marzano sul Sarno”.

Nello specifico, per il servizio di raccolta dei rifiuti e spazzamento sul territorio comunale a dare l’ok sul pagamento anticipato è stato il responsabile del Settore Lavori Pubblici e Manutenzione del Comune marzanese che, con la determina numero 25 del 21 giugno scorso, ha liquidato la somma 169.013,90 per le mensilità di giugno e luglio 2018. Sulla questione, i consiglieri comunali di “Insieme per Costruire” vogliono vederci chiaro.

“Pagare è giusto ma dopo aver ricevuto il servizio, ma il dubbio vero è rappresentato dal comportamento del consiglio comunale di Angri che ha preteso la liquidazione anticipata, nonostante fosse illegale, pena la mancata approvazione della convenzione che ha portato la Angri Eco Servizi a lavorare sul territorio di San Marzano sul Sarno. Possiamo capire che si possa avere poca fiducia verso altri amministratori marzanesi e del suo sindaco, ma di tutto questo ne risponderanno i responsabili perché ci sembra illegittima la determina del funzionario del Settore Ambiente del Comune di San Marzano sul Sarno che ha disposto il pagamento. Il documento, inoltre, è priva del parere di regolarità contabile e finanziaria del responsabile del Settore Finanza. Inoltre, non ci sembra corretto neppure il controllo sulla regolarità amministrativa, a carico del segretario comunale che svolge la sua attività presso i Comuni di Angri e San Marzano sul Sarno. Questo palesa un conflitto d’interessi ed è materia di studio per l’Anac”.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *