Falsi incidenti e truffe tra il Napoletano ed il Salernitano: sgominato sodalizio scafatese

Condividi sui social!

SCAFATI. Aveva “base” nel comune di Scafati il sodalizio che aveva messo in piedi un sistema di truffe basato sul lucrare su falsi incidenti stradali tra la provincia di Salerno e di Napoli.

Tra i nomi degli indagati anche quello di un giudice di pace, di diversi avvocati e di un medico che, secondo quanto raccolto dagli inquirenti, avevano creato un vero e proprio tariffario di percentuali del 10% per ogni sentenza liquidata. Un professionista avrebbe beneficiato di un ”prezzo forfettario” di 700 euro per tre sentenze favorevoli.

Le sentenze “pilotate” ha indagato la Procura di Roma e ieri la Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha dato esecutività all’ordinanza di custodia cautelare emessa per ben 22 persone, tra le quali come detto sono presenti anche tre giudici di pace, diversi avvocati e periti, un medico e due membri delle forze dell’ordine.

Recuperati, dalla condotta illecita, 30mila euro. Le accuse di cui  i soggetti dovranno rispondere, a vario titolo, sono corruzione in atti giudiziari, truffa aggravata e falso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *