Salerno, navette per Luci d’Artista: ancora nessuna certezza, pendolari allo stremo

Condividi sui social!

SALERNO. Poche ore dall’accensione di Luci d’Artista edizione 2018/2019, per il trasporto dei tanti turisti che nei prossimi mesi inonderanno le strade di Salerno arrivano notizie non tanto rassicuranti, così come per i tanti pendolari che ogni giorno prendono trasporti pubblici.

Al momento nessuna certezza per le navette, il che vuol dire che nei prossimi giorni gli autobus saranno molto probabilmente pieni durante le ore di punta.

A tentare di calmare gli animi l’ingegnere Antonio Barbarino, amministratore delegato di Busitalia,  secondo cui l’incremento di pendolari sarebbe riconducibile alla campagna abbonamenti gratuiti della Regione Campania.

«Tutti i nostri servizi presentano problemi di sovraffollamento perché abbiamo avuto un aumento molto importante e significativo di studenti abbonati con gli abbonamenti gratuiti che sta rilasciando la Regione – ha spiegato infatti l’amministratore delegato –. Non è un problema di una linea in particolare ma è un problema diffuso, causato proprio dall’aumento di passeggeri dovuto all’emissione di titoli di viaggio gratuiti».

Si lavora dunque su un potenziamento dei servizi: «è una scelta giusta e, tra l’altro, è volontà della Regione favorire il diritto allo studio. Noi ora stiamo lavorando per potenziare i servizi ed è una cosa che andremo ad attuare in tempi compatibili con le esigenze dell’organizzazione aziendale perché non abbiamo personale e mezzi disponibili a non far nulla».

Gli interventi di potenziamento, però, dovranno arrivare per tempo: «stiamo cercando di farvi fronte nel modo migliore possibile ma compatibilmente con l’esigenza di organizzare l’impiego di uomini e mezzi necessari a questi servizi aggiuntivi», ha poi spiegato l’ingegnere Barbarini.

Al momento, comunque, tra Busitalia Campania ed il Comune di Salerno, per Luci d’Artista 2018/2019, ancora nessuna accordo: «stiamo ragionando col Comune. Ancora non è certa la presenza delle navette quest’anno», ha tagliato corto l’amministratore delegato dell’azienda, segno di un accordo con ancora raggiunto con l’amministrazione comunale che dovrebbe pagare il servizio aggiuntivo all’azienda che gestisce il trasporto pubblico.

 

(fonte Le Cronache)

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: