Si cerca un donatore per Alex: domani 10 novembre si mobilitano Salerno e Napoli

Condividi sui social!

NAPOLI. Il piccolo Alessandro Maria, bimbo di un anno e mezzo, affetto da linfoistiocitosi emofagocitica, è ancora alla ricerca di un donatore di midollo osseo. Più i giorni passano e più la speranza si affievolisce, ma sabato 10 novembre ci saranno due importanti iniziative: a Salerno dalle ore 9 alle 19 in via Roma, sotto i portici di Palazzo Guerra e a Napoli, sempre dalle 9 alle 19, in Piazza Plebiscito.

Si cerca un donatore per Alex: domani 10 novembre si mobilitano Salerno e Napoli

Napoli ha già risposto in maniera massiccia all’appello: sabato 27 ottobre ancora piazza Plebiscito è stata teatro di una mobilitazione senza precedenti. Migliaia di ragazzi hanno affollato la piazza simbolo di Napoli già dalle prime ore del mattino, sottoponendosi ai tamponi nella speranza di risultare compatibili per la donazione del midollo osseo. Una presenza così ingente che, a metà mattinata, i tamponi erano già esauriti e la Croce Rossa ha dovuto farne arrivare degli altri. Purtroppo, però, la mobilitazione di Napoli, così come quelle di Caserta o di Milano, non ha sortito gli effetti sperati e non è ancora stato trovato un donatore compatibile.

«Non è solo una battaglia per Alessandro, ma per tutti – spiega il presidente dell’Admo Campania Onlus, Michele Franco – I donatori saranno iscritti nel registro italiano IBMDR che si collega al database globale che raccoglie 57 paesi di tutto il mondo. Tutto questo movimento serve a dare una speranza per chi è in attesa di trapianto di midollo osseo nella cura di leucemie, linfomi, mieloma e altre neoplasie del sangue».

Possono donare i ragazzi compresi tra i 18 e i 35 anni, in buona salute, con peso superiore ai 50 kg.

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: