Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Salerno, caso Fonderie Pisano: il Ministero dell’Ambiente parte civile

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 1 minuto

SALERNO. Rinviata al prossimo 21 dicembre l’udienza preliminare per il processo alle Fonderie Pisano su reati ambientali.

Il gup Zambrano del Tribunale di Salerno si è riservata di decidere su alcune eccezioni mosse dai legali dei Pisano, riguardo alla costituzione di determinate parti civili.

Caso Fonderie Pisano a Salerno: Ministero dell’Ambiente parte civile

La novità odierna, infatti, è la richiesta di costituirsi parte civile nel procedimento da parte del Ministero dell’Ambiente e del Comune di Pellezzano. Mentre è rimasta confermata l’assenza dei Comuni di Salerno e Baronissi, oltre che della Regione Campania.

Circostanza fatta notare da alcune delle associazioni costituite. Tra queste il Codacons, la Salute e Vita e la rappresentanza di un centinaio di residenti di Fratte. Si torna in aula il prossimo 21 dicembre.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar