Napoli, Capodanni: “Luminarie a macchia di leopardo e niente regolamento per il verde urbano”

Condividi sui social!

Comunicato stampa


Vomero: luminarie a macchia di leopardo

In via Scarlatti: filari di luci avvolti a spirale su tronchi

Mai adottato un regolamento per il verde urbano

 

“ Grande delusione serpeggia al Vomero per le luminarie natalizie installate, e che, in occasione della festa dell’Immacolata, hanno in pratica diviso il quartiere collinare in strade e piazze di serie A, con l’illuminazione natalizia, e in strade, la maggior parte, di serie B, a tutt’oggi ancora prive di tale illuminazione – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Tra le prime, che si contano sulla punta delle dita di una mano, vi sono via Luca Giordano, piazza Vanvitelli, e alcuni tratti di via Scarlatti. Tra le seconde spiccano via Cilea, via Cimarosa, via Solimena, via Kerbaker, via Merliani, via Alvino, alcuni tratti di via Bernini e della stessa via Scarlatti ma l’elenco sarebbe molto più lungo “.

“ Anche la tipologia delle luci apposte ha suscitato perplessità – continua Capodanno -, non destando grandi entusiasmi e facendo storcere il naso a più d’uno – puntualizza Capodanno -. Con una migliore e più efficiente organizzazione e con un raccordo ottimale  preventivo si sarebbe potuta evitare una situazione che rappresenta un vero e proprio pugno nell’occhio, anche alla luce del dato che molte strade sono attualmente rimaste senza luci natalizie o solo parzialmente illuminate “.

” Non pochi sono rimasti attoniti, oltre che preoccupati,  di fronte al modo con il quale è stato illuminato il tratto pedonalizzato di via Scarlatti che va da piazza Vanvitelli all’incrocio con via Merliani – sottolinea Capodanno -.

In questo tratto infatti l’illuminazione è stata realizzata unicamente avvolgendo a spirale, lungo i tronchi e i rami di alcune alberature stradali, alcuni filari di luci. Installazione di questo tipo sono peraltro vietate nei regolamenti per il verde urbano, adottati da molti Comuni in Italia, tra i quali il Comune di Roma, quello di Rovigo e di Bergamo, per citarne alcuni, dove si prescrive addirittura che le branche principali e i rami secondari degli alberi stradali non possono essere utilizzati neppure come supporto per l’installazione di luminarie ne periodo natalizio “.

” Ma è notorio – puntualizza Capodanno – che il Comune di Napoli rientra tra quelli che non si sono ancora dotati di un regolamento per la tutela del verde pubblico. A tutt’oggi infatti è ancora in vigore una vecchia ordinanza sindacale, che riguarda però solo il divieto di abbattimento e di danneggiamento delle alberature, nelle premesse della quale si legge: “nelle more della definizione di uno specifico regolamento del verde urbano “, definizione che a distanza di tanti anni è rimasta ancora sulla carta “.

“ Una situazione – prosegue Capodanno – che, in uno alla mancanza di un programma di eventi per il Natale, che non si riduca ad una mera elencazione di date ed orari nei quali rimanere aperti ma che comprenda una serie di attività che possano fungere da attrattore per turisti e per non residenti, non aiuta certo a risollevare le sorti del terziario commerciale dalla crisi nella quale si trova, con tanti esercizi che, negli ultimi tempi, hanno abbassato le saracinesche “.

“ E’ auspicabile – afferma Capodanno – che tale stato di cose muti nei pochi giorni che ancora ci separano dal Natale, con la messa in opera di altre luminarie nei tratti di strada attualmente privi  e con il varo di un vero e proprio programma di attività per il periodo natalizio che coinvolga commercianti ed acquirenti e che non si limiti, come avvenuto finora, alla sola installazione degli stand delle cosiddette fiere natalizie, che, in realtà, sono dei veri e propri mercati, con decine di gazebo per il commercio ambulante, installati anche in strade principali come in via Luca Giordano e in via Alvino, a pochi passi  dai negozi. Installazioni che, di certo, non agevolano il commercio a posto fisso, vendendo, peraltro, articoli da regalo a prezzi decisamente concorrenziali “.


 

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: