Tribunale di Nocera Infeiore. Iannone (FdI): “garantire lavoro degli operatori della giustizia”

Condividi sui social!

NOCERA INFERIORE. Il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, ha dichiarato: “ho rivolto un’interrogazione al Ministro Bonafede per sapere se è intenzione del Governo intervenire in favore del Tribunale di Nocera Inferiore. Un rapporto pubblicato qualche mese fa dal sole 24 ore lo collocava nella posizione non lusinghiera di 139esimo su 140 tribunali italiani per qualità dei servizi. Essere praticamente ultimi in una graduatoria nazionale su un settore quale l’amministrazione della giustizia che già non vede l’Italia brillare rispetto ad altre Nazioni significa essere da quarto mondo.

In effetti tutti gli operatori della giustizia e l’utenza del Tribunale di Nocera Inferiore scontano ogni sorta di carenza.

Garantire una giustizia efficiente significa garantire la libertà dei Cittadini ed il Governo è chiamato a dare una celere risposta”.

Premesso che:

la camera penale di Nocera Inferiore ha indetto uno sciopero dei penalisti, dal 12 al 20 dicembre 2018; sono state poste, tra le altre motivazioni, le difficoltà degli avvocati ad operare nel Tribunale nocerino a causa della cronica mancanza di magistrati e cancellieri; tale situazione determina ritardi negli adempimenti amministrativi nonché nella regolare celebrazione dei processi, civili e penali, con evidente pregiudizio in danno degli avvocati e dei loro assistiti; la pianta organica della Procura e del Tribunale di Nocera Inferiore è decisamente inadeguata rispetto al bacino di utenza, che risulta essere il più esteso nell’ambito del territorio del distretto di Salerno ed al conseguente numero di fascicoli pendenti; si aggiunga che la pianta organica, già sottodimensionata, non risulta neppure integralmente coperta; la situazione strutturale non appare migliore di quella relativa alle piante organiche; gli avvocati sono costretti ad esercitare la propria professione in ambienti angusti e talvolta privi delle necessarie attrezzature.

Le aule sono insufficienti e sottodimensionate; per funzionare decorosamente e garantire una celere risposta di giustizia ai cittadini che ne fanno richiesta, il Tribunale nocerino avrebbe bisogno di un implemento dell’organico nella misura di almeno 10 nuovi sostituti procuratori, 7 magistrati giudicanti, 5 cancellieri per il settore penale e di 6 magistrati, 5 cancellieri e 5 ufficiali giudiziari per il settore civile; tale allarmante situazione è stata certificata in una relazione pubblicata da “Il Sole-24 ore”, secondo la quale il tribunale risulta penultimo, nella classifica dei tribunali d’Italia, posizionandosi al 139° posto su 140 tribunali oggetto di valutazione; per tali motivi e per altre ragioni che attengono a dinamiche interne al foro, gli avvocati nocerini hanno richiesto un incontro, per il giorno 17 dicembre 2018, con i magistrati del locale Tribunale..

Si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza delle esposte precarie ed allarmanti condizioni di lavoro in cui gli operatori della giustizia sono obbligati a lavorare; se intenda intervenire con azioni di competenza, al fine di adeguare gli standard qualitativi del Tribunale nocerino a quelli degli altri uffici giudiziari italiani ed eventualmente con quali azioni concrete ed immediate.

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: