Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Incidente mortale sulla “Cilentana”: frontale tra Ceraso e Vallo Scalo

Home / News / Cronaca / Incidente mortale sulla “Cilentana”: frontale tra Ceraso e Vallo Scalo
/
/
/

CERASO/VALLO SCALO/PERITO. Incidente mortale sulla Strada Provinciale conosciuta come “Cilentana”. Lo scontro frontale, avvenuto nella mattinata di ieri, domenica 2 giugno, si è dimostrato fatale per il 33enne di Vallo Scalo, Francesco Merola, ed il 49enne di Ceraso, Raffaele Vivono. I due si trovavano al volante delle rispettive vetture quando è avvenuto l’impatto.

Lo scontro tra i due abitacoli è stato tremendo, con entrambe le auto che sono state ridotti a lamiere contorte, che hanno intrappolato i due autisti. I soccorsi, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 33enne. Il 49enne, invece, era ancora in vita ma nonostante il trasporto presso il “San Luca” di Vallo della Lucania, per lui le ferite si sono dimostrate troppo gravi. Il suo cuore ha smesso di battere poco dopo l’arrivo presso il nosocomio vallese.

Sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania, diretti dal Capitano Mennato Malgieri, coadiuvati dai Vigili del Fuoco. I caschi rossi hanno dovuto operare rapidamente per liberare i due corpi dalle lamiere delle auto.

Nel frattempo gli uomini dell’Arma hanno effettuato tutti i rilievi del caso per ricostruire quegli attimi tragici. Dalle prime informazioni emerse sembra che uno dei due abbia invaso la corsia opposta con una manovra azzardata. Entrambi non viaggiavano a velocità elevata ma l’impatto si è dimostrato comunque mortale.

L’episodio è avvenuto alle 6.00 di mattina, e la notizia si è diffusa rapidamente tra le comunità dei due comuni cilentani. Entrambe le salme sono state trasferite nell’obitorio del “San Luca” di Vallo dove il medico legale ha eseguito l’esame esterno.

I due copri sono stati liberati e restituiti alle famiglie. Nessun esame autoptico disposto. La Procura ha aperto un fascicolo sul caso.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar