Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Battipaglia: ex modella ruba il timbro di una dottoressa e prescrive farmaci a base di oppiacei

Home / News / Campania / Battipaglia: ex modella ruba il timbro di una dottoressa e prescrive farmaci a base di oppiacei
/
/
/

Battipaglia. Una donna 40enne G.B.M residente a Battipaglia, nota ex modella con problemi dovuti all’assunzione di farmaci antidepressivi e di antidolorifici contenenti oppiacei, è stata denunciata a piede libero dai carabinieri della stazione di Battipaglia.

La donna è stata scoperta in seguito alla denuncia di una dottoressa residente anch’essa a Battipaglia, ma in servizio presso la guardia medica di Bellizzi. La dottoressa infatti questa mattina ha denunciato ai carabinieri che qualcuno stava utilizzando in maniera del tutto fraudolenta il suo timbro ed il suo codice medico, e stava inoltre falsificando anche la sua firma su delle ricette stampate illegalmente e poi presentate in alcune farmacie di Bellizzi e Pontecagnano per acquistare un farmaco, un potente antidolorifico a base di oppiacei, vendibile ovviamente solo dietro ricetta medica, Actiq 1600.

La professionista ha scoperto a truffa ai suoi danni proprio grazie alle farmacie insospettita dalla massiccia dose di ricette ricevute a suo nome per l’acuisto di questo tipo di farmaco.

I carabinieri della stazione di Battipaglia ricevuta la segnalazione hanno immediatamente avviato le ricerche per risalire al colpevole di questa truffa che si è poi rivelato essere la ex modella battipagliese.

I militari giunti nell’abitazione della donna hanno rinvenuto ben tre confezioni del farmaco in questione e due timbri dell’Asl che sono stati di conseguenza sequestrati. Sulla donna ora pende una denuncia a piede libero da parte dei carabinieri di Battipaglia, accusata di falso e truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale.

Inoltre continuano le indagini per conoscere la mole di farmaci fino ad ora illegalmente acquistati per conoscere anche il quantitativo in euro che è stato rubato al Servizio Sanitario Nazionale, dato che il farmaco ha un costo di oltre 240 euro.

 

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar