Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Teggiano: importanti novità per la festa della Principessa Costanza, ecco tutti gli appuntamenti

Home / News / Campania / Teggiano: importanti novità per la festa della Principessa Costanza, ecco tutti gli appuntamenti
/
/
/
TAG:

Teggiano. Un Corteo Storico ricchissimo di presenze, come non si era mai visto: 250 Nobili, più di 600 figuranti in totale, con le famiglie Sanseverino e Montefeltro al gran completo e l’inedita presenza dei Baroni Ribelli a fare da filo conduttore tra i festeggiament per le Nozze e l’ Assalto al Castello. Sono soltanto alcune delle novità che caratterizzeranno la 26^ edizione de “Alla Tavola della
Principessa Costanza” , anticipate nel corso della Conferenza Stampa di presentazione svoltasi presso il Complesso della SS. Pietà di Teggiano . Cambiare sempre, restando sempre fedele a sé stessa: è il segreto della kermesse organizzata dalla Pro Loco Teggiano con il supporto del Comune
di Teggiano e della Regione Campania , e che vede come sponsor principale la Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania.

Le novità dell’edizione 2019 della Festa Medievale regina dell’Estate, in programma come sempre nella città museo del Vallo di Diano l’ 11,12 e 13 agosto , hanno tutte un denominatore comune: la volontà di regalare alle migliaia di persone presenti nel corso della tre-giorni un’esperienza di coinvolgimento visivo, intellettuale ed emotvo totale.

“Quest’anno più che mai -assicura il presidente della Pro Loco Teggiano Biagio Matera – sembrerà di essere seduti davvero
alla Tavola della Principessa Costanza , e di partecipare ai festeggiamenti per le sue nozze. Garantendo il giusto equilibrio tra tradizione e innovazione, la sfida della Pro Loco Teggiano è quella offrire lo stesso senso di stupore e di meraviglia a chi viene per la prima volta, ma anche a chi ritorna. Ovviamente siamo consapevoli che a rendere unica questa manifestazione sono le sue peculiarità: uno scrigno ricchissimo di arte e di monumenti, storia, cultura, spettacolo, e gastronomia, e la partecipazione di una intera comunità”. A questo proposito un pensiero
particolare il Presidente Matera ha voluto orgogliosamente rivolgerlo ai tant giovani che saranno protagonisti della tre-giorni. Tra questi i Musici, gli Sbandieratori e le Tamburine dello Stato di Diano . “Per la particolarità di essere tutte donne , le nostre Tamburine -ha sottolineato- rappresentano un fiore all’occhiello per la Pro Loco Teggiano, oltre che una splendida eccezione a livello Nazionale”.

Si conferma la fortunata partnership con la Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania , rappresentata dal Presidente Silvano Pasquale Lucibello , dal direttore generale Ciro Solimeno e dalla vicepresidente Rosa Lefante . “Era da sempre una nostra aspirazione -ricorda il
Presidente Lucibello – partecipare a questa bellissima iniziativa. Ci siamo riusciti per la prima volta lo scorso anno, e siamo rimasti molto soddisfatti per il riscontro in termini di pubblico, di critica e mediatico. La capacità attrattiva che contraddistingue questa manifestazione fa la differenza : noi
pensiamo che sia la migliore in assoluto del nostro territorio, per quantità e qualità di visitatori. Resta però la necessità -ha concluso Lucibello- di rendere più accessibili e collegate le nostre zone”.
La stessa alta considerazione per la Festa Medievale di Teggiano accomuna anche il direttore generale Ciro Solimeno : “Alla Tavola della Principessa Costanza -evidenzia- si differenzia dalle altre
iniziative che supportiamo, e possiamo tranquillamente definirla come la più importante e impegnativa per la Banca del Cilento. Non a caso impieghiamo non solo risorse economiche ma anche persone , partecipando attivamente anche al Corteo. Pensiamo che la nostra scelta si adatti perfettamente alla “mission” che, come BCC, ci impone di contribuire a creare valore economico, sociale e culturale nel nostro territorio. Tra l’altro -conclude Solimeno- nelle nostre tre regioni di competenza, Campania, Basilicata e Calabria , sono presenti diversi Castelli dei Sanseverino , e stiamo valutando l’idea di collegarli con ulteriori attività culturali”.

Il sindaco di Teggiano Michele Di Candia si è soffermato sulla “trasformazione” turistica che sta vivendo la città d’arte del Vallo di Diano. “Prima di tutto -ha detto Di Candia- mi corre l’obbligo di ringraziare la Regione Campania per l’attenzione che ha dimostrato verso questa manifestazione attraverso il nostro Assessore di riferimento, Corrado Matera . Con la collaborazione dell’Assessorato Regionale al Turismo e grazie al successo della nostra Festa Medievale, Teggiano ha legittimato quest’anno il suo posizionamento strategico e culturale come punto di passaggio tra Napoli e Matera , città della Cultura. Il progetto legato alla Congiura dei Baroni -ha aggiunto Di Candia- prevede appuntamenti invernali che ci consentiranno di promuovere il territorio tutto l’anno”.

Se “condivisione” sembra essere la parola d’ordine di questa 26^ edizione della kermesse, lo si deve in gran parte alle intuizioni di Enzo D’Arco . Il nuovo direttore Artistico si è avvicinato in punta di piedi e con grande predisposizione all’ascolto ad una manifestazione così ricca di storia e di successi, e poi ha dato il suo contributo “registico” intervenendo su alcuni aspetti, per renderli ancora più partecipativi. “L’idea –spiega- è quella di dare un segnale di apertura già a partire dalo Corteo, suggerendo anche emotivamente una maggiore partecipazione . Nella stessa direzione siamo andati anche con lo spostamento della Tribuna : il palco sarà diviso in due , utilizzando per il pubblico i dislivelli presenti, che diventeranno come gradinate di un anfiteatro ”.

C’era grande curiosità per la prima uscita “pubblica” dei due giovani ai quali sono stati affidati i ruoli di Costanza e Antonello. Greta De Paola e Vincenzo La Maida , con la loro semplicità e i loro sorrisi, hanno già conquistato tutti. “È un’emozione fortissima -ammette Greta , 19 anni e universitaria- perché quello di Costanza è un ruolo che non mi sarei mai aspettata di ricoprire. Da anni partecipo alla manifestazione come popolana, rendendomi utile anche in Taverna. Interpretare la Principessa Costanza mi rende davvero molto orgogliosa, e spero di esserne all’altezza”.

Anche Vincenzo si dice onorato di essere stato scelto per il ruolo di Antonello: “Sono contento di fare questo debutto insieme con Greta, per me significa davvero molto. Il legame con la nostra Festa Medievale è fortissimo, e non a caso siamo stati scelti anche perché, entrambi, partecipiamo alla kermesse da tanto tempo, anche se in ruoli diversi. Insomma: Costanza era proprio nel nostro DNA”.

La spettacolare macchina del tempo , capace di riportare indietro di oltre 500 anni le lancette degli orologi, sta dunque per riattivarsi. Anche quest’anno, dopo la mezzanotte, ci sarà l’Assalto ala Castello , organizzato dalla Scabec Regione Campania e diventato un momento molto atteso da tutti i turisti. L’appuntamento, imperdibile, è a Teggiano domenica 11, lunedì 12 e martedì 13 Agosto.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar