Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Scissione Pd, la telefonata di Renzi a Conte e le dimissioni

Home / News / Nazionali / Scissione Pd, la telefonata di Renzi a Conte e le dimissioni
/
/
/
TAG: ,

ROMA. Scissione nel Partito Democratico, Matteo Renzi avrebbe comunicato tramite un colloquio telefonico al premier Giuseppe Conte la sua decisione di abbandonare il Pd per creare un gruppo autonomo.

Secondo fonti dem il senatore Renzi avrebbe comunque ribadito la propria decisione di sostenere il governo, e non dovrebbero dunque esserci conseguenze sull’esecutivo.

Dario Franceschini sarebbe intervenuto con queste parole: «Nel 1921-22 il fascismo cresceva sempre più, utilizzando rabbia e paure. Popolari, socialisti, liberali avevano la maggioranza in Parlamento e fecero nascere i governi Bonomi, poi Facta 1 poi Facta 2. La litigiosità e le divisioni dentro i partiti li resero deboli sino a far trionfare Mussolini nell’ottobre 1922. La storia dovrebbe insegnarci a non ripetere gli errori».

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar