Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Eboli: regolamento area industriale, no ai rifiuti nell’area PIP

Home / News / Campania / Eboli: regolamento area industriale, no ai rifiuti nell’area PIP
/
/
/
TAG:

Attenzione per l’ambiente e la salute dei cittadini, affidabilità di imprese ed imprenditori e superamento delle assegnazioni di lotti in deroga. Sono i tre cardini sui quali la commissione comunale attività produttive, presieduta dal consigliere Cosimo Naponiello, ha rimodulato il nuovo regolamento per l’area industriale di Eboli. «Un grande lavoro quello della commissione – ha commentato il sindaco, Massimo Cariello – che ha regalato alla città un nuovo regolamento, cancellando il vecchio che ormai datava da circa 20 anni. I punti su quali poggia il nuovo disciplinare sono di grande importanza, più di tutti voglio sottolineare come Amministrazione e maggioranza abbiano chiuso definitivamente ogni ipotesi di attività collegate con i rifiuti sul nostro territorio.

Ringrazio per questo risultato il presidente della commissione comunale, Cosimo Naponiello, la struttura tecnica comunale con Francesco Mandia ed Antonio Fine e tutti i commissari per la condivisione di questa grande
svolta per la città». I dettagli del nuovo regolamento arrivano dal presidente della commissione, Cosimo Naponiello: «Innanzitutto abbiamo posto il divieto assoluto di attività che riguardino il trattamento dei rifiuti: nessun insediamento sarà possibile nella nostra area industriale. In secondo luogo, abbiamo voluto prevedere la massima
trasparenza per chi investe, che non deve presentare carichi pendenti, né ritrovarsi sottoposto a procedimenti che riguardino reati di mafia.

Inoltre, la commissione ha accolto totalmente le indicazioni del sindaco, Massimo Cariello, per il superamento della facoltà di deroga: nella nostra area industriale non saranno ammesse assegnazioni di lotti al di fuori dei bandi comunali».

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar