Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

O.ME.P.S. Givova Battipaglia corsara a Costa Masnaga

Home / News / O.ME.P.S. Givova Battipaglia corsara a Costa Masnaga
/
/
/

Tempo di Lettura: 5 minuti

A Costa Masnaga, nell’incontro valevole per la dodicesima (e penultima) giornata di andata del campionato di Serie A1 Femminile, la O.ME.P.S. Givova Battipaglia compie l’impresa aggiudicandosi un match leggendario vinto al termine di una battaglia epica. Monumentale Jarosz (23 punti e 21 rimbalzi!), splendida Ciabattoni (24 punti), glaciale Cremona che, a 7 secondi dal termine, sul -1, mette i liberi del sorpasso. Risultato finale: 67-68.

La cronaca.

Eccellente la partenza di Battipaglia. Il 5-2 iniziale di Costa Masnaga dura poco. A cavallo tra il terzo ed il quarto minuto, infatti, inizia il Tori Jarosz-show: il pivot statunitense mette 10 punti di fila firmando, da sola, lo 0-10 di parziale che fa volare Battipaglia sul +7 (5-12) … vantaggio che, poco dopo, grazie a Galbiati, tocca anche le 9 lunghezze (5-14). A questo punto, però, ecco la veemente reazione delle padrone di casa che, grazie a due triple di Frost, tornano in scia (11-14). Il finale della frazione viaggia sui binari di un ritrovato equilibrio, ma sono le ospiti a chiudere il primo periodo avanti (16-18) grazie allo straordinario impatto sul match di una Jarosz già vicinissima alla doppia cifra (11 punti e 8 rimbalzi).

È una O.ME.P.S. Givova Battipaglia concentrata ed efficace quella di stasera. Il più che positivo primo quarto è replicato da un inizio ripresa fatto di concretezza e audacia: al 13’, le ospiti hanno riallungato nuovamente (20-28), grazie alla solita Jarosz ed ai canestri preziosi di Ciabattoni e delle giovani Cremona e Mazza.

Le bianco-arancio, insomma, sembrano viaggiare col vento in poppa, ma, d’improvviso, sul più bello si incartano e, per cinque minuti, non segnano più, permettendo a Costa Masnaga, grazie in special modo a Davis e Baldelli, non solo di recuperare lo svantaggio, ma di operare anche il sorpasso (33-28 al 18’). Ci pensa Jarosz (che chiuderà il primo tempo abbondantemente in doppia doppia, 15 punti e 14 rimbalzi) a interrompere il lungo e drammatico digiuno di canestri. La parte finale del periodo non regala scossoni. All’intervallo lungo, le padrone di casa sono avanti di 3 (35-32).

L’inizio del terzo quarto è di qualità pressoché identica per entrambe le squadre: è vero che nei primi tre minuti Costa Masnaga segna due punti in più rispetto a Battipaglia, ma le ospiti, ancora trascinate da una incontenibile Jarosz, non stanno a guardare (42-37 al 23’).

Infatti, la O.ME.P.S. Givova c’è eccome e, grazie a 6 punti consecutivi di Ciabattoni, a metà frazione sono ad una sola lunghezza di distanza dalle lombarde (44-43) e, poco dopo, con l’1/2 dalla lunetta di Galbiati, completano la rimonta portandosi sul 44 pari. È un match dall’intensità straordinaria e l’elevatissima posta in palio lo rende ancora più avvincente. E Battipaglia non trema … e non tremano le sue giovani: Cremona e Mazza, infatti, mandano in fuga le ospiti (44-48 al 28’) che volano anche sul +6 (44-50) prima di subire l’ennesima rimonta (la terza di serata) di Costa Masnaga. Al 30’, la Limonta Sport è avanti di 1 (51-50).

L’ultimo quarto di una partita così emozionante non tradisce le attese. Le due squadre duellano strenuamente rispondendo colpo su colpo l’una all’altra. Nella prima metà dell’ultima frazione, Costa Masnaga e Battipaglia segnano col contagocce in minuti carichi di tensione ed intensità (54-55 al 35’). Errori e grandi giocate si alternano da una parte e dall’altra e il match, in un crescendo di pathos, si avvia a svelare il finale viaggiando ancora, dopo 36, sui binari dell’equilibrio (59-58 al 36’).

Negli ultimi minuti succede di tutto: Villa e Mazza salgono in cattedra, ma l’equilibrio non si schioda. A 1’20” dal termine, la tripla di Ciabattoni sembra decisiva (63-66). Non è così: ancora Villa e Rulli ribaltano la situazione (67-66) e Battipaglia pare condannata all’ennesima beffa stagionale. Ma, a 7 secondi dal termine, nelle mani di Cremona ecco i tre tiri liberi che possono scrivere il lieto fine … e Lalla non tradisce, facendo un 2 su 3 che vale oro, perché regala alla O.ME.P.S. Givova Battipaglia la vittoria (meritatissima) al termine di una partita leggendaria vinta con cuore enorme e ottenuta grazie, in special modo, oltre alla già citata Cremona, ad una stratosferica Jarosz (23 punti e 21 rimbalzi per lei) e ad una splendida Ciabattoni (24 punti). A Costa Masnga finisce 67-68. E ora Battipaglia può (anzi, deve) credere ancora di più nella salvezza.

LIMONTA SPORT COSTA MASNAGA

Villa 9, Baldelli 14, Frost 11, Pavel 2, Davis 6, Colognesi N.E., Allevi N.E., Rulli 17, Balossi 2, Spinelli 5, Allievi 1, Toffali N.E. Coach: Seletti.

O.ME.P.S GIVOVA BATTIPAGLIA

Nori 5, Galbiati 3, Ciabattoni 24, Mazza 7, Jarosz 23, Cremona 6, Sasso, Scarpato, Bisogno N.E., Mattera N.E. Coach: Orlando.

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar