Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Cyberbullismo: ad Agropoli due giornate di sensibilizzazione

Home / News / Cyberbullismo: ad Agropoli due giornate di sensibilizzazione
/
/
/
TAG:

Tempo di Lettura: 3 minuti

AGROPOLI. Nel mese di febbraio ricade la giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo. In occasione di tale appuntamento, il 17 e il 18 febbraio prossimi l’Amministrazione comunale, tramite l’Osservatorio per le Politiche sociali e giovanili, ha organizzato e promosso due giornate di sensibilizzazione sul tema del bullismo. Al Cineteatro “De Filippo” di Agropoli, alle ore 9.30, sarà portato in scena “Io non bullo”, per la regia di Gaetano Stella. Uno spettacolo per parlare di questo malessere e, soprattutto invitare a parlarne! Tre episodi per raccontare tre aspetti diversi di questo fenomeno: il bullismo verbale e psicologico, quello fisico e il cyberbullismo. Tre racconti semplici, chiari e diretti che non “suggeriscono”, ma “dicono” il problema. Destinatari dell’importante messaggio saranno gli alunni delle scuole primarie e la secondaria di primo grado di Agropoli.

«Stiamo operando – afferma il sindaco Adamo Coppola – una politica di interventi di prevenzione del disagio, di tutela e di protezione dei minori. Tali interventi vogliono essere una reale risposta per la promozione dello sviluppo della personalità del minore, l’affermazione piena dei suoi diritti e non ultima, la tutela del suo benessere per affrontare quelle situazioni che, in maniera più o meno latente, identificano un disagio o un malessere del minore».

Secondo i dati pubblicati dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, oltre il 50 per cento dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni, ha subito episodi di bullismo e ben il 22 per cento (dati 2019) è stato vittima di cyberbullismo. Bullismo e cyberbullismo sono fenomeni dalle conseguenze dolorose che lasciano tracce profonde in chi ne è vittima, a scuola e fuori dalla scuola.

«Rispetto a dati del genere – dichiara l’assessore alle Politiche sociali, Vanna D’Arienzo – è doveroso compiere un’azione di prevenzione e sensibilizzazione al fine di cercare di arginare la problematica. Un modo per esorcizzarla e far comprendere ai ragazzi i danni che taluni comportamenti possono arrecare ai loro coetanei».

Nel corso della prima giornata, in programma lunedì 17 febbraio, interverranno: il sindaco Adamo Coppola; l’assessore alle Politiche sociali, Vanna D’Arienzo; Bruno Bonfrisco, dirigente scolastico I.C. “Vairo”; Rosamaria Zampetti, direttore UOSD promozione della salute Asl Salerno; martedì 18 febbraio, oltre al primo cittadino e all’assessore al ramo, ci saranno Margherita Baldi e Carmela Maria Verrelli, rispettivamente dirigenti scolastici del Primo Circolo Didattico e dell’I.C. “Agropoli-San Marco”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar