Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Scafati, Grimaldi: “Grave strumentalizzazione del Sindaco sulle vicence dell’ospedale”

Home / News / Scafati, Grimaldi: “Grave strumentalizzazione del Sindaco sulle vicence dell’ospedale”
/
/
/

Michele Grimaldi, capogruppo democratici e progressisti, segretario PD Scafati:


Considero di una gravità inaudita la continua strumentalizzazione che il Sindaco della città di Scafati sta quotidianamente alimentando sulla vicenda dell’ospedale di Scafati.

Abbiamo tutti negli occhi e nel cuore le immagini tragiche della colonna di mezzi militari che a Bergamo trasportano bare, abbiamo ascoltato tutti le parole di medici e personale sanitario che raccontano della sofferenza violenta dei malati e del loro parenti, tutta la nostra comunità è giustamente chiamata in queste ore a restrizioni e privazioni sotto molteplici punti di vista.

Dinanzi a questa emergenza, rappresentata dalla diffusione del Covid19, sarebbe dunque il tempo della responsabilità e della solidarietà, di parole misurate e gesti concreti, di decisa attenzione da parte delle Istituzioni nei messaggi che decidono di diffondere.

Ed invece, purtroppo, per un po’ di visibilità, e per tentare di coprire la propria inadeguatezza ad occuparsi di ciò che compete, si generano ansie e paure ingiustificate nella popolazione, si crea allarmismo laddove la situazione è già più che complessa.

La Regione Campania ha stanziato più di 600.000 euro per potenziare il nostro nosocomio cittadino, aumenteranno fino a 62 i posti di emergenza, saranno più di 10 i posti di terapia intensiva, con incluso il Pronto Soccorso Covid19. Si sta procedendo all’acquisto, come è giusto che sia, di oltre 2 milioni di DPI (dispositivi di protezione individuale, mascherine, guanti, etc.) per garantire la dovuta sicurezza al personale medico e sanitario. Che stanno giungendo in Campania con tutte le difficoltà che una pandemia globale comporta. Ma che saranno disponibili prima della definitiva apertura di ogni struttura ospedaliera.

Insomma, stiamo facendo, con orgoglio, e come nella tradizione fiera e coraggiosa della nostra città, la nostra parte in un tornante drammatico e inedito della storia, avendo come primo obiettivo quello di contribuire a salvare vite umane. Scafatesi, campane, se necessario anche italiane, perché dinanzi ad una tragedia come questa il campanilismo stupido e becero – quello sì – andrebbe punito per legge.

Dinanzi alla sfida epocale che abbiamo di fronte, all’eroismo di medici e infermieri, al senso del dovere di chi continua a lavorare garantendo servizi essenziali (dalle forze dell’ordine ai trasporti, dalle piccole botteghe al personale dei negozi alimentari, dai rider a tantissimi dipendenti pubblici), il Sindaco di Scafati si occupa di zeppole e chiede nientedimeno l’esercito a difesa dell’ospedale. L’esercito.

Non siamo in guerra, siamo dinanzi ad una emergenza sanitaria mai vista prima: e in queste emergenze i malati si curano, e non con le armi.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar