Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Dalla Provincia di Salerno nuove colonnine Covid-detector nei luoghi di cultura

Home / News / Campania / Dalla Provincia di Salerno nuove colonnine Covid-detector nei luoghi di cultura
/
/
/

Tempo di Lettura: 4 minuti

SALERNO. La Provincia di Salerno è in prima linea nella lotta contro il Covid. E per farlo ha deciso di installare nove colonnine covid-detector in altrettanti luoghi di cultura e aggregazione turistica del territorio. Si tratta del DET2000, il più innovativo tablet termoscanner presente sul mercato che, dopo aver misurato la temperatura, dà l’ok all’ingresso o blocca le persone con comando vocale.

Il sistema è stato brevettato da una azienda veneta, la Borinato Security srl, e la Provincia di Salerno è tra le prime ad aver installato il dispositivo. Entrando nel dettaglio, il DET2000 è stato installato alla sede della provincia di Salerno, alla Pinacoteca provinciale di Salerno, al Castello Arechi, nell’Area archeologica etrusco-sannitica di Fratte, nel museo archeologico provinciale dell’Agro Nocerino di Nocera Inferiore, al Museo provinciale della ceramica di Villa Guariglia a Raito di Vietri sul Mare, al museo Raap (Raccolta di arti applicate) presso la villa De Ruggiero di Nocera Superiore, ma anche all’ingresso della biblioteca provinciale e dell’archivio storico dell’ente.

Il DET2000 è installato dalla Borinato Security srl (azienda di di Val Liona, nel Vicentino) che nei passati mesi ha brevettato un’innovativa colonnina che misura la febbre, igienizza le mani e filtra gli ingressi nei luoghi pubblici garantendo distanziamento sociale e la sicurezza. È la prima in Italia ad aver iniziato la commercializzazione del termoscanner DET2000, uno dei dispositivi più evoluti al mondo.

“Stiamo giocando la nostra parte nella lotta alla pandemia e siamo orgogliosi di essere in prima linea in questa battaglia nei luoghi della cultura della provincia di Salerno”, commenta Leonardo Borinato, titolare dell’azienda.

“I riscontri sempre maggiori che stiamo avendo per le nostre colonnine anti-covid ci riempiono di orgoglio, ma soprattutto ci rendono consapevoli che per combattere la pandemia serve mantenere le distanze e igienizzarsi tramite dispositivi a distanza”.

Borinato e il suo team di professionisti di sistemi di sicurezza e videosorveglianza hanno realizzato l’idea in collaborazione con la T3 Progetti di Vicenza che è specializzata in espositori e colonnine Covid. Si tratta un tablet, installato in una colonnina, che viene collocato all’ingresso degli spazi pubblici.

La persona si avvicina all’ingresso e in un solo secondo la telecamera legge con un sensore termico la temperatura corporea dal volto con una precisione di 0,3 gradi. Inoltre, vede se la persona porta o meno la mascherina. In caso di febbre o mancata protezione, una voce avvisa i presenti della violazione in corso, scatta un allarme che può bloccare le porte automatiche oppure avvisare l’addetto alla reception che qualcuno sta rischiando di moltiplicare il contagio.
SCHEDE DI APPROFONDIMENTO

BORINATO SECURITY La Borinato Security, azienda titolare del marchio Bos, nasce nel 2001 come azienda di rivendita e distribuzione per sistemi di sicurezza, videosorveglianza ed automazioni. Il fondatore, Leonardo Borinato, si è specializzato nel settore della videosorveglianza e gestisce l’importazione da aziende produttrici estere e rapporti commerciali con 25 distributori dislocati in tutta Italia.

L’azienda oggi ha sede a Val Liona, località Villa del Ferro, nel Vicentino, su un magazzino di oltre mille metri quadri con annessi gli uffici, dove lavorano a tempo pieno una decina di persone. A partire dal 2015 la Borinato Security è partner ufficiale di marchi internazionali come Arecont e Nuuo.

SCHEDA “DET 2000”

Il tablet salva-aziende ha caratteristiche tecniche molto innovative, eccole. Misurazione temperatura: margine di errore: ±0.3°C, distanza di lettura da mezzo metro a un metro. Identificazione del volto della persona biometrica: precisione nel riconoscimento volto al 99.5% e distanza di riconoscimento da 0,5 a 2 metri. Database volti: 15.000 volti divisi in blacklist, white list, casual user. Tipi di allarme in caso di violazione: su display, vocale, su app mobile. Informazioni: www.borinatosecurity.it

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar