Ad Clicks : Ad Views :

Eboli, gestione commissariale: i punti discussi in questi giorni

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 4 minuti

EBOLI. In questi primi giorni di gestione commissariale sono state oggetto di attenzione, tra le altre questioni collegate all’emergenza sanitaria in corso, una serie di misure di sostegno da avviare o attivare per fronteggiare la difficile situazione economica e sociale che, anche in città, si avverte con vigore.

L’attenzione si è concentrata su più fronti, con riguardo a diversi interventi e a diversificate categorie. Innanzitutto definendo, con l’approvazione di apposita convenzione, una forma di collaborazione con associazione di promozione sociale operante sul territorio che, nell’immediatezza, si è resa disponibile a supportare operativamente l’Ente nella materiale distribuzione dei pacchi alimentari disponibili nell’ambito del progetto “Condividere il bisogno per condividere il senso della vita” attualmente in corso con il Banco alimentare onlus. Si è pervenuto, quindi, alla sottoscrizione dell’atto che disciplina la collaborazione con l’associazione e sono, conseguentemente riprese, dopo un periodo di sospensione, le operazioni di consegna per le famiglie già destinatarie della misura.

Sono state, inoltre, definite, con apposita deliberazione, le misure organizzative e le modalità per la erogazione dei buoni spesa alimentari finanziati con il decreto legge 23 novembre 2020 n. 154, che ha assegnato al comune di Eboli un importo di euro 356.977,88 per fronteggiare i bisogni alimentari di nuclei familiari in difficoltà.

Quanto ai criteri di erogazione, si è ritenuto di optare per una procedura “a sportello”, che prevede diverse fasce di priorità in funzione di altrettanti specifici requisiti, nell’intento di contemperare la regolarità procedimentale con la necessaria celerità dell’intervento, che potrà appunto procedere a scaglioni, intercettando con priorità il bisogno più emergente delle fasce con minore disponibilità

Sulla scorta di tali indicazioni, nei prossimi giorni si darà avvio alla raccolta delle istanze, sulla base di un apposito avviso che sarà pubblicato sul sito istituzionale.

Considerato l’elevato numero di erogazioni indebitamente percepite nella precedente fase dell’emergenza, come emerso dai recenti controlli della Guardia di Finanza, si invita a verificare scrupolosamente il possesso dei requisiti richiesti dall’avviso e le dichiarazioni da rendere per l’accesso al beneficio, in quanto i contenuti delle stesse saranno oggetto di successive verifiche da parte degli organi preposti.

Ove dai controlli dovesse, infatti, emergere la non veridicità dei contenuti dichiarati, oltre alla decadenza dal beneficio ottenuto, con conseguente obbligo di restituzione dei valori percepiti, si incorrerà nel divieto di accesso a contributi, finanziamenti e agevolazioni per i successivi due anni, oltre alle conseguenze di natura penale collegate alla falsità delle dichiarazioni e alla percezione indebita di erogazioni statati.

E’ già, invece, in pubblicazione da alcuni giorni l’avviso per la erogazione dei contributi una tantum destinati ai lavoratori dipendenti e autonomi che hanno subito una contrazione della propria capacità reddituale, per un importo totale di 200.000,00 da riconoscere ai richiedenti in possesso dei requisiti previsti.

La scadenza per la presentazione delle istanze è fissata per il 7 gennaio p.v.

L’avviso e il modulo di domanda sono reperibili sul sito istituzionale www.comune.eboli.sa.it, nelle News e nella sezione modulistica on line – servizi sociali – Contributi Covid

E’ stata, inoltre, curata, con tempistica molto contingentata, la procedura amministrativa per consentire l’installazione di luminarie natalizie nella zona centrale della città, per la quale si è giunti all’affidamento in queste ore. Un piccolo segnale, dal valore simbolico, di speranza e di fiducia nel futuro.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar