Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Salerno, raid vandalico all’auto della Senatore: si indaga per risalire al colpevole

Home / News / Campania / Salerno, raid vandalico all’auto della Senatore: si indaga per risalire al colpevole
/
/
/
TAG:

Tempo di Lettura: 2 minuti

SALERNO. Ben diciannove coltellate sferrate contro una delle ruote dell’auto di Sonia Senatore, responsabile regionale del Centro Ascolto del Disagio e prima dei non eletti al Senato con Forza Italia. L’episodio si è verificato, nella notte tra venerdì e sabato, nel quartiere di Torrione, dove Senatore abita. A fare l’amara scoperta è stata la diretta interessata che ha subito sporto denuncia presso il comando provinciale dei carabinieri, i quali hanno avviato subito le indagini per provare a risalire all’identità dell’autore del gesto.

Senatore si sfoga su Facebook: “Non mi fai paura, è stata una pessima mossa. Se voleva essere un avvertimento hai sbagliato il personaggio! Se voleva essere un atto di rabbia violenta nei miei confronti sei un vigliacco! Se voleva essere un modo per fermare il mio “agire” a favore di cause spigolose hai rinforzato la mia determinazione! Oggi provvedo a denunciare ai carabinieri quanto accaduto ma prega affinché ti rintraccino prima loro!”.

Alla Senatore è giunta la solidarietà di Cambiamo!, il movimento politico centrista che fa capo a Giovanni Toti (presidente della Regione Liguria), tramite il coordinatore cittadino Cristian Pontillo e il coordinatore provinciale Luigi Cerruti: “Desidero esprimere, a nome mio e di tutto il Coordinamento Provinciale Salerno di Cambiamo!, pieno sostegno e solidarietà all’amica Sonia Senatore (Responsabile Regionale presso Centro Ascolto del Disagio) per il vile atto intimidatorio subito che condanniamo fortemente. Conosco personalmente l’amore, l’abnegazione e la determinazione di Sonia e sono certo, siamo certi, che questo ignobile e vigliacco gesto darà ancora più forza al suo prezioso lavoro e quello di tutti i suoi validi collaboratori”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar