Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Covid-19 in Campania, De Luca: “mancano i vaccini, su AstraZeneca evitare psicosi”

Home / News / Campania / Covid-19 in Campania, De Luca: “mancano i vaccini, su AstraZeneca evitare psicosi”
img
/
/
/
TAG:

Tempo di Lettura: 3 minuti

CAMPANIA. Pochi vaccini e troppe polemiche, questo il sunto delle parole proferite dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta del venerdì.

“Siamo in guerra, quando un Paese comincia ad avere 25mila positivi e 400-500 morti al giorno significa che siamo in guerra. Bisogna restare a casa, avere comportamenti adeguati alla gravità della situazione. L’Italia è entrata nella terza ondata e si avvia a diventare tutta zona rossa”. Commenta così il presidente della Regione Vincenzo De Luca la probabile estensione della zona rossa a numerose regioni.

Parola d’ordine evitare psicosi sul vaccino di AstraZeneca: “evitiamo psicosi, non c’è motivo per essere angosciati. Ci sono state ricadute che vanno verificate. Sono milioni in Europa le persone vaccinate con Astrazeneca, i casi gravi sono poche decine. La cosa da accertare è se le patologie fossero davvero collegate con il vaccino. Spesso capita che ci siano decessi ma in soggetti che avevano altre patologie non legate al siero. Sospesa in campania la somministrazione di una partita di vaccino, attendiamo la valutazione dell’Iss, ma evitiamo un clima di angoscia perché milioni di cittadini si sono vaccinati e non è successo niente”

Poi sulle categorie da vaccinare: “cominciamo a chiarire che c’è una sola priorità: è data dal personale socio sanitario, dalle residenze sanitarie assistite, dagli ultra ottantenni e dalle fasce deboli (disabili, malati cronici, diabetici, cardiopatici che nella nostra regione sono un milione di cittadini). Il governo ha indicato una seconda categoria come prioritaria: mondo della scuola e forze dell’ordine. Per personale sanitario, ultra ottantenni e fasce deboli vengono utilizzati Pfizer o Moderna, per altre persone che non hanno patologie gravi viene utilizzato Astrazeneca. Dalla prossima settimana si cominceranno a vaccinare le persone fragili, ma ci sono scarse forniture di vaccino Pfizer. Si è determinato un problema nelle ultime settimane sulle categorie che si stanno vaccinando, professionisti e giornalisti che in realtà sono state indicate dal governo ma non si stanno vaccinando al momento”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar