Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

De Luca risponde a Draghi su Sputnik: “impegnarsi perché l’Aifa verifichi vaccini in tempi rapidi”

Home / News / Campania / De Luca risponde a Draghi su Sputnik: “impegnarsi perché l’Aifa verifichi vaccini in tempi rapidi”
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

CAMPANIA. Una risposta a Draghi a due giorni di distanza. “Mi auguro che il Governo, anziché raccontare numeri a vanvera, si impegni affinché l’Aifa verifichi i vaccini Sputnik in tempi rapidi, non nell’arco di mesi” . Così il presidente della Giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, rispondendo alla domanda di un giornalista a Camposano, dove la Asl Na 3 Sud ha inaugurato Centri di vaccinazione pubblico-privati per pazienti in dialisi. Il riferimento alla dichiarazione dal presidente del Consiglio in merito ai tempi di verifica dell’efficacia del vaccino Sputnik.

“Non siamo nell’ordinaria amministrazione, ma in guerra – ha aggiunto – e poiché sono vaccini già somministrati a milioni di cittadini, si può tranquillamente testarne l’efficacia in un mese, non in 6. È quello che chiediamo a Governo e Aifa”. Ancora: “Se avremo la disponibilità aggiuntiva di vaccini pensiamo di procedere per categorie economiche”.
Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, visitando a Camposano uno dei 10 punti vaccinali allestiti dall’Asl Napoli3 per vaccinare i dializzati, anticipa le priorità che saranno seguite dopo aver messo in sicurezza le categorie più fragili, dopo ultraottantenni, fragili e over 70. “La categoria più in sofferenza – rileva De Luca – in questo momento è quella del turismo in Italia, in Campania in particolare. Se noi avessimo 500 mila dosi disponibili, potremmo somministrare il vaccino a tutta la popolazione di Ischia, Capri, Procida, Costiera Sorrentina e Amalfitana e il Cilento”. Per il governatore da qui partirebbe il rilancio dell’economia “perchè in Campania dobbiamo sempre muoverci su due piani: la sanità, che è la priorità la vita della gente, ma anche il pane, il lavoro”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar