Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Giffoni Sei Casali: cuccioli abbandonati in un sacchetto di plastica, uno non ce l’ha fatta. L’ira e l’indignazione sui social

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

GIFFONI SEI CASALI. Rabbia ed indignazione sui social e non solo nel comune di Giffoni Sei Casali dopo la scoperta in mattinata di una cucciolata di cagnolini abbandonati in un sacchetto di plastica. I piccoli, forse nemmeno svezzati, erano asfissiati dal materiale ed uno di loro purtroppo non ce l’ha fatta. La foto, pubblicata su Facebook, ha rapidamente fatto il giro della comunità.

“È avvilente e mortificante, oltre che disumano, che nel 2021 ci siano ancora persone che commettono simili reati. Sì, perché di reato si parla.

Martedì, in località Carmine al casale Sieti, sono stati rinvenuti in un sacchetto di plastica quattro cuccioli di cui uno privo di vita. Solo il provvidenziale intervento di due cittadini del posto, che hanno allertato il Comando di Polizia Locale, ha evitato un triste destino anche agli altri cuccioli” è stato il commento dell’amministrazione comunale. 

Adesso sull’orribile atto indagano anche gli agenti di Polizia municipale.

“Inutile dire che la Polizia Municipale sta analizzando le immagini del sistema di videosorveglianza per identificare queste persone, ma nel caso qualcuno avesse visto o sentito qualcosa può collaborare alle indagini. – aggiungono dal Comune – Il Comune, con il prezioso supporto dell’Asl Salerno, da tempo ormai, ha messo in atto una serie di strumenti per evitare che simili episodi accadano. Basta una semplice telefonata all’ambulatorio veterinario di via Capocasale (3382228471) oppure mettersi in contatto con l’assessore Stefania Grimaldi per attivare immediatamente la rete di volontari. In alternativa si può provvedere a sterilizzare il proprio cane. In questo caso si è deciso di percorrere la strada più crudele. Vergogna”, hanno concluso.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar