Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Battipaglia, palloncini al cielo ed un ultimo saluto: l’addio a Filippo “Pippo” Viscido

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

BATTIPAGLIA. Un ultimo saluto per ricordare la persona ed il calciatore, la Battipaglia appassionata di calcio e non solo si è riunita stamane allo stadio celebrare l’addio a Filippo Viscido, detto “Pippo”, centrocampista 31enne trovato senza vita nella sua abitazione in quella che verrà ricordata come una tragica domenica di maggio.

Originario di Battipaglia, Viscido aveva cominciato la propria carriera nel Chieti, per poi vestire le maglie di Palmese, Sorrento, Licata, Savoia, Potenza, Campobasso, Cavese, Afragolese e Battipagliese. L’esperienza all’Avellino è stato il punto più alto della sua carriera, prima in Serie D e poi in C2. Viscido, dopo l’ultimo ingaggio con la Salernum Baronissi, si era preso una pausa ed era in attesa di una nuova chiamata dopo essersi svincolato in seguito allo stop delle categorie minori a causa del Covid-19.

Tanti si sono uniti al cordoglio. Non solo i battipagliesi, ma anche i tifosi delle società per le quali il giovane battipagliese aveva giocato.

“Uno di noi” le parole che hanno riecheggiato nello stadio, dopo più di un anno non vuoto.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar