Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Pagani: scoperto con stupefacenti ed armi illecite in casa in seguito ad una lite familiare

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

A Pagani, i carabinieri della sezione radiomobile del reparto territoriale di Nocera Inferiore hanno arrestato nella flagranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illecita di arma tipo guerra un 42enne, già noto alle forze di polizia per analoghi illeciti.



L’arresto è avvenuto sugli sviluppi di un intervento dei militari presso il domicilio dell’uomo, al cui interno era stata segnalata una lite familiare. Giunti sul posto, i Carabinieri oltre a porre in essere la procedura a tutela delle vittime di violenza domestica, in base ai motivi di sospetto offerti dal comportamento dell’uomo e visti i suoi precedenti di polizia, hanno perquisito d’iniziativa l’appartamento trovando nascosti in diversi anfratti due pistole illecitamente detenute di cui una automatica e una a tamburo, 500 g di marijuana, 13 g di cocaina, circa 70 munizioni di diverso calibro, materiale per il confezionamento in dosi delle sostanze stupefacenti, bilancini elettronici e un ingente quantitativo di armi bianche
(pugnali, sciabole, coltelli, etc.) Nonché due mazze.



Tra le armi sequestrate, rinvenute – in buono stato e funzionanti – all’interno di una cavità nascosta ricavata nel gradino di una scala interna, si evidenzia per la sua notevole potenza di fuoco una pistola mitragliatrice di fabbricazione israeliana, completa di caricatore e munizionamento.

Saranno effettuati approfondimenti d’indagine per accertare la provenienza di quanto illecitamente detenuto, possibili collegamenti con la criminalità organizzata e la compatibilità balistica tra le armi e i pregressi episodi delittuosi verificatisi nell’area.
La persona arrestata, su disposizione del p.m. di turno della procura della Repubblica di Nocera Inferiore, è stata tradotta presso la casa Circondariale di Salerno in attesa di udienza di convalida.

Foto di repertorio

 

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar