Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Ugo Tozzi sulle acque della zona Lago: “riprendere gli studi sull’inquinamento del Tusciano”

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

«Nulla ci stupisce più da parte di questa amministrazione. Neppure il miracolo delle acque, né quelli che fa il protocollo o l’albo pretorio che, a distanza di quindici ore, pubblica un divieto di balneazione (in ritardo di quattro giorni rispetto alla comunicazione Arpac) e poi lo revoca. – dichiara il candidato sindaco di Fratelli d’Italia Ugo Tozzi – Ciò che ci preme sottolineare, invece, è che nessuno si sia premurato di indagare sulle cause che hanno determinato la presenza oltre soglia di escherichia coli a Lido Lago. Presumibilmente, proprio perché i valori sono presto rientrati, si tratta di scarichi illegali. E sul contrasto agli scarichi abusivi, sui controlli delle autorizzazioni a sversare nel Tusciano, molte delle quali scadute e mai rinnovate e pertanto illegali, che bisognerà agire. – e aggiunge il medico – Non solo. Bisogna riprendere gli studi già fatti nel passato e chiusi nei cassetti sull’inquinamento del Tusciano come la mappatura ad opera della Protezione civile, prevedere un piano per chi ancora non è allacciato alla fogna, pressare la Provincia perché porti finalmente a termine il progetto del collettore che dovrebbe giungere fino a Salerno. Questo dovrebbe fare un’amministrazione comunale, piuttosto che trincerarsi in difesa dietro vuoti proclami».

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar