Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

La “Statale maledetta”, Eboli e Battipaglia a lavoro per ridurre i rischi sulla ss19

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

EBOLI/BATTIPAGLIA. Il sindaco di Eboli Mario Conte, l’assessore alla Sicurezza Antonio Corsetto, il vicesindaco di Battipaglia Gabriella Catarozzo, ed i due comandanti delle rispettive polizie municipali, Gerardo Iuliano e Sigismondo Lettieri, hanno tenuto un breve incontro dopo le esequie di Vincenza Avallone e di sua figlia Greta Campeglia. Oggetto della riunione la richiesta, che verrà inviata per iscritto all’Anas, di un incontro per mettere in campo tutte le possibili soluzioni per ridurre i rischi di incidente sulla strada statale 19.

Già subito dopo il terribile incidente Conte e Francese si erano sentiti telefonicamente per avviare un’azione congiunta. Stamattina sono stati messi a punto i particolari. Si è concordato di chiedere all’Anas innanzitutto l’installazione di due autovelox fissi, uno sul territorio di Battipaglia e l’altro su quello di Eboli. Poi verrà chiesto di verificare la tenuta dell’asfalto gettato circa due anni fa e, se non lo fosse, di sostituirlo con il tipo drenante in modo da mitigare il rischio di sbandare. Infine si chiederà anche di illuminare l’arteria, se del caso con il contributo di entrambi i comuni.

Naturalmente ai tecnici Anas verrà chiesto di suggerire eventuali altre migliorie per garantire la sicurezza della circolazione.

La tragedia di mercoledì mattina non passerà inosservata. Il Comune di Eboli si è poi prodigato per garantire ai familiari affranti da dolore che madre e figlia possano riposare l’una accanto all’altra in due tombe vicine.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar