Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Cava de’ Tirreni, città senza barriere: via ai lavori per la realizzazione di un sistema integrato di mobilità autonoma

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

CAVA DE’ TIRRENI. Sono in corso i lavori per la realizzazione di un sistema integrato di mobilità autonoma, abbattimento barriere architettoniche con adeguamento e accessibilità dei percorsi, per un importo complessivo di 125 mila euro.

Con l’Osservatorio Cittadino sulla Condizione delle persone con disabilità sono stati individuati quattro zone, con circa quaranta interventi, da realizzare nel Centro storico, lungo il percorso che congiunge il Palazzo di Città con la stazione ferroviaria, attraverso il corso porticato, via Montefusco, via Sorrentino, via Benincasa e parte di viale Garibaldi; nell’area porticata privata ad uso pubblico del parco Beethoven prospiciente Corso Mazzini; sulla strada statale 18, lungo il marciapiede che costeggia la carreggiata all’incrocio con viale degli Aceri fino al civico 104; in località Rotolo per consentire agli utenti della Nostra Famiglia di raggiungere agevolmente la nuova struttura.

Per il superamento delle barriere saranno realizzati scivoli, corrimano, rimozione di soglie e adeguamento delle pendenze, nuova pavimentazione con il posizionamento del percorso tattile plantari integrati, rimodulazione dei marciapiedi e riposizionamento a quota dei cordoli in pietra lavica, realizzazione di percorsi intelligenti per consentire a non vedenti ed ipovedenti l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo.

“Da tempo abbiamo avviato una proficua collaborazione con l’Osservatorio Cittadino sulla Condizione delle persone con disabilità – afferma il vicesindaco con delega ai lavori pubblici, Nunzio Senatore – con un coinvolgimento diretto in tutte le realizzazioni di opere pubbliche per arrivare, man mano che le risorse economiche ce lo consentiranno, ad una città senza barriere. Un progetto ambizioso per il quale l’Amministrazione Servalli con la preziosa collaborazione dell’Osservatorio e della Cooperante alla disabilità, Anna Ferrara, sta lavorando fin dal 2015 per portare a compimento uno dei punti più qualificanti della nostra azione amministrativa”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar