Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Sversamenti illeciti nel fiume Calore, sequestrate le tubazioni e denunciati i responsabili

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

Continua il lavoro delle Forze dell’Ordine a contrasto degli illeciti ambientali. Ennesima operazione nella Piana del Sele, nel mirino diverse aziende zootecniche, impegnato il personale dell’Arma dei Carabinieri e del Nucleo Provinciale Guardie Ambientali Accademia Kronos. I controlli sono stati mirati ad accertare la corretta gestione degli effluenti zootecnici ed il corretto smaltimento delle diverse tipologie di rifiuti prodotti in ambito aziendale.
Oltre a numerose prescrizioni, i militari grazie all’ausilio di specifici coloranti in dotazione al personale volontario, sarebbero riusciti ad individuare le modalità attraverso le quali alcuni imprenditori smaltivano illecitamente il percolato prodotto e le acque reflue derivanti dalle operazioni di lavaggio delle attrezzature presenti nelle sale mungitura.
Sequestrate alcune tubazioni abusive e denunciati i titolari di alcune aziende zootecniche per illecito smaltimento di rifiuti speciali pericolosi (taniche contenenti acidi, solventi, fanghi delle vasche a servizio delle sale mungitura, etc.) ma, anche rifiuti speciali non pericolosi ed in particolare il percolato prodotto dalla maturazione del silomais che dopo aver raggiunto dei canali aziendali si riversava nel fiume Calore. Nel corso delle operazioni è stato anche salvato un cane meticcio caduto all’interno di un lagone completamente colmo di liquami.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar