Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Bollette salate, il Codacons in Campania si unisce al ricorso per fermare gli aumenti

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

Anche in Campania utenti, esercenti, ristoratori e piccole imprese si uniscono al ricorso collettivo al Tar della Lombardia promosso dal Codacons – in collaborazione con alcune associazioni dei consumatori come Assoutenti – volto ad ottenere la sospensione degli aumenti delle bollette di luce e gas.

Il Codacons lancia infatti oggi in Campania una azione legale attraverso la quale tutti i soggetti danneggiati dai rincari delle tariffe di luce e gas possono chiedere ai giudici del Tar di sospendere gli incrementi disposti da Arera a partire dall’1 gennaio 2022.

“Per la prima volta consumatori, commercianti e imprese creano un fronte comune per difendersi dal caro-bollette – afferma il presidente Carlo Rienzi – La nostra iniziativa legale diventa così un maxi-ricorso collettivo al Tar al quale stanno già aderendo centinaia di utenti e piccole attività in tutta Italia”.

Con tale ricorso Codacons, Assoutenti e le altre associazioni chiedono al Tar della Lombardia di sospendere le delibere di Arera che hanno dato il via libera agli aumenti di luce e gas per il primo trimestre 2022, rincari tariffari basati su criteri illegittimi e che stanno producendo un danno immenso a consumatori e imprese.

Per aderire al ricorso https://codacons.it/fermiamo-gli-aumenti-di-luce-e-gas/
(adesione al ricorso completamente gratuita per gli iscritti all’associazione).

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar