Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Salerno e deposito farmaci, Cisl attacca la scelta di De Luca

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

SALERNO. Esplode la polemica tra la Cisl e l’amministrazione regionale guidata dal governatore De Luca. “Siamo davanti all’ennesima scelta scellerata della Regione e del suo presidente-assessore alla Sanità De Luca. Come si fa ad individuare Salerno come sede per il deposito farmaci per tutta la Campania, visto che ha solo 2 aziende contro le 9 di Napoli tra Asl e ospedali di rilievo nazionale? Chi ha deciso cosa? Ed in base a quale valutazione oggettiva, dando per ovvio in partenza che le richieste per la citta’ capoluogo sono 5 volte superiori ed impongono per definizione uno spazio per prelevare le medicine il piu’ possibile vicino alle strutture che ne fanno richiesta?”. A denunciarlo è il segretario generale della Cisl Funzione Pubblica regionale Lorenzo Medici.

Medici, però, ci tiene a precisare: “Niente contro Salerno, ci mancherebbe, ma le scelte su un territorio cosi’ vasto come quello campano, soprattutto in un settore dove l’emergenza e l’urgenza hanno bisogno di soluzioni immediate, devono essere ispirate a motivi di idoneita’ ed economicita’, non alle logiche di appartenenza che dominano nell’atteggiamento del governatore. E il territorio indicato non risponde a queste esigenze. E’ certamente molto piu’ centrale Nola, dove insistono Interporto e Cis, ed ha tutte le province vicine. E mi auguro che non si punti anche a terreni da acquistare, perche’ sarebbe uno spreco abnorme a fronte delle tante proprieta’ pubbliche delle Asl, regolarmente non sfruttate”, aggiunge. Il sindacato chiede di fare piena luce su questa vicenda. E si rivolge da un lato agli organismi deputati affinche’ intervengano e verifichino cosa sta succedendo, e dall’altro alla politica, in particolare alla lista “Campania Libera” ispirata dal presidente” conclude Medici.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar