Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Intesa su rientro rifiuti dalla Tunisia nel salernitano: l’accordo con la Giunta regionale

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

CAMPANIA. Approvato l’accordo che porterà i rifiuti dalla Tunisia fino alla Piana del Sele, nel salernitano. La Regione Campania ha ufficializzato il tutto. 

Intesa su rientro rifiuti dalla Tunisia

Approvato lo schema di Accordo con la Provincia di Salerno e l’Ente d’ambito per il ciclo dei rifiuti in provincia di Salerno, volto a regolare le attività per il rientro dei rifiuti attualmente depositati nel porto di Sousse in Tunisia.
L’accordo prevede che i containers saranno prelevati dal porto di Salerno e trasportati nell’area militare di Persano, ove saranno stoccati per un periodo strettamente necessario alle operazioni di analisi, in vista del loro trasferimento presso impianti di trattamento finale fuori regione. Non sono previsti altri siti di stoccaggio e di analisi, oltre quello di Persano. L’accordo fa seguito alle intese intercorse con le autorità tunisine, oltre che agli approfondimenti tecnici con le autorità militari che hanno fornito piena e fattiva collaborazione.

Voucher per non vedenti e ipovedenti
La Giunta regionale ha approvato un finanziamento dal bilancio regionale per attivare voucher formativi specifici per i disabili non vedenti e ipovedenti. L’iniziativa si inquadra nell’ambito del Catalogo regionale relativo ai Percorsi Formativi Accessibili (P.F.A.), deputato a promuovere la realizzazione di percorsi formativi accessibili alle persone con disabilità, al fine di accrescerne le competenze professionali e favorirne l’occupabilità.

Iniziative a vantaggio dei consumatori

Approvato la proposta progettuale “Sportelli per i consumatori in Regione Campania”, che prevede la strutturazione di un sistema di sportelli regionali aperti ai consumatori, capace di assicurare sul territorio regionale la presenza di qualificati centri di supporto gratuito al cittadino consumatore e utente. Obiettivo: garantire l’assistenza, l’informazione e l’educazione sull’esercizio dei diritti e delle opportunità previste da disposizioni regionali, nazionali ed europee. La proposta è stata condivisa con le Associazioni dei consumatori e degli utenti presenti sul territorio campano, iscritte nell’elenco del Mise.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar