Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Tragedia a New York: la salma di Claudio torna dagli States a Battipaglia

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

BATTIPAGLIA. C’è ancora incredulità, insieme al dolore, nella comunità di battipagliese. La notizia della morte di Claudio Mandia, giovane del posto da un anno trasferitosi nella Grande mela degli U.S.A., è arrivata qualche giorno fa come un fulmine a ciel sereno. Il giovanissimo, che da lì a qualche giorno avrebbe compiuto 18 anni, è stato ritrovato in una stanza dell’E.F. Academy, che frequentava. Secondo quanto diramato dal New York Police Department, Claudio si sarebbe impiccato. Da alcuni giorni era in isolamento per aver copiato un compito. Le teorie dei detective newyorkesi vedono l’estremo gesto come conseguenza della punizione.

Questa mattina la salma di Claudio Mandia dovrebbe tornare sul suolo italiano. Dapprima giungerà nella capitale, Roma, per poi essere trasferita in un secondo momento a Battipaglia, dove sarà allestita la camera ardente presso la chiesa Santa Maria della Speranza, alle ore 19.00. Le esequie sono in programma per domani.

Nel frattempo si attendono gli esiti dell’autopsia, che dovrà chiarire non solo le modalità ma anche le tempistiche della morte di Claudio. Il sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese, ha comunicato che le bandiere dinnanzi al municipio ed altri edifici pubblici rimarranno a mezz’asta, in segno di lutto. Gli studenti delle scuole battipagliesi ed ebolitane si recheranno al funerale di Claudio per porgergli l’ultimo saluto.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar